Riccardo Raffa
No Comments

ATP Parigi Bercy: Djokovic liquida Murray, Federer è out

Raonic piega la resistenza dello svizzero grazie al servizio, avanzano anche Berdych e Nishikori.

ATP Parigi Bercy: Djokovic liquida Murray, Federer è out
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ATP Parigi Bercy, quarti di finale: nel match clou della giornata Novak Djokovic batte ancora una volta Andy Murray con il punteggio di 7-5 6-3 e ipoteca la permanenza al primo posto della classifica ATP almeno fino a fine anno. Dura solo un set il match delo scozzese che subisce il break decisivo sul 5-5 al termine di una prima parte di partita molto equilibrata. Nel secondo set il numero uno del mondo aumenta il ritmo mentre lo scozzese cala vistosamente collezionando una serie di errori gratuiti (che saranno 36 in toale). Djokovic può così chiudere in scioltezza in un’ora e 41 minuti di gioco.

L’impresa del giorno è firmata Milos Raonic che sconfigge Roger Federer per la prima volta in carriera con il punteggio di 7-6 7-5. Ottima prestazione del canadese che riesce a fare la differenza grazie ad una devastante prima di servizio con la quale mette a segno ben 21 ace. Deludente prova dello svizzero non apparso al meglio della forma: la sconfitta gli consentirà di preparare al meglio le ATP Finals di Londra, nelle quali sarà uno dei candidati alla vittoria finale.

Nel primo incontro di giornata Tomas Berdych riesce ad avere la meglio su Kevin Anderson al terzo set dopo una battaglia durata oltre due ore e mezza di gioco e conquista matematicamente il passa per Londra. Dopo aver perso il primo set al tie break il giocatore Ceco inizia a servire alla grande e sfodera una lunga serie di vincenti (49 totali a fine match). Ora dovrà vedersela in semifinale proprio con Raonic, in un match dove il servizio avrà un ruolo determinante.

Ultimo semifinalista è Nishikori che batte David Ferrer dopo una fantastica rimonta (3-6 7-5 6-4): il prossimo ostacolo verso la finale ora si chiama Novak Djokovic.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *