Connect with us

Prima Pagina

Serena Williams è la regina di Wimbledon! L’americana vince in tre set sulla Radwanska

Pubblicato

|

LONDRA, 7 LUGLIO 2012– Alla fine ha vinto la favoritissima, ma che fatica! Serena Williams è la nuova regina del tennis dopo aver battuto sul campo più importante al mondo, il centrale di Wimbledon, la polacca Radwanska con il punteggio di 6-1 5-7 6-2. Si tratta della quinta vittoria  in sette finali per l’americana a Wimbledon, il torneo al quale è più legata, rivinto oggi a tre anni dall’ultimo successo.

PRIMO SET– Serena domina sin dai primi scambi, mostrandosi solidissima al servizio, ben disposta in campo e con la solita grinta che la contraddistingue. La polacca può davvero poco nella sua prima finale in uno Slam e perde per due volte consecutive il servizio. Il primo parziale scivola via veloce e si chiude sul punteggio di 6-1 con 16 vincenti a 5 per la campionessa americana. Tra il primo e il secondo set uno scroscio d’acqua interrompe per un quarto d’ora circa la partita.

SECONDO SET– Nel secondo set Serena riesce nuovamente a brekkare l’avversaria nel terzo game. La partita si gioca ormai solo nei turni di servizio della polacca perché quando serve la Williams sembra di fatto non esserci partita. Sul 4-3 però Serena concede una palla break alla sua avversaria che è brava ad approfittarne. L’americana cala un po’ e si va sul 4-4. La partita si riapre incredibilmente e diventa soprattutto bella da vedere, con la polacca che ha riacquistato solidità nel servizio riuscendo a trovare dei colpi vincenti.  Sul 6-5 Radwanska conquista due palle break, riesce a strappare il servizio all’americana, e chiude il secondo set 7 game a 5. A fare la differenza c’è il 76% di punti con la prima di servizio per la polacca e il netto calo della sua avversaria, forse ormai certa della vittoria.

TERZO SET– Nel primo game del terzo e decisivo parziale la Radwanska concede una palla break, ma è brava ad annullarla con un altro servizio vincente. Nel terzo game Serena ha altre due palle break ma la polacca ha una grande solidità nei fondamentali, gioca benissimo e riesce ad annullarle entrambe. Nel gioco seguente la Williams prova ad aggrapparsi al servizio e colleziona 4 ace di fila: si tratta del “perfect game”. L’americana capisce che deve alzare il livello e il ritmo del suo gioco; dopo un lungo black-out trova quindi il break con un rovescio vincente e sale 3-2 e servizio. Dopo aver confermato il break, sul 4-2 la Williams ha addirittura quattro palle break, ne concretizza l’ultima con una palla corta e va a servire per il match. Finisce come da pronostico con la vittoria dell’americana in due ore di gioco, ma Radwanska è stata una degna avversaria. Serena ha giocato male il secondo set ma nel terzo ha ritrovato il suo gioco, il servizio (17 ace alla fine) e vince il suo quinto  Wimbledon, il suo quattordicesimo Grande Slam. Congratulations Miss. Williams!

DOMANI LA FINALE MASCHILE– La super sfida è attesa per domani alle 15.00 nella finale del singolare maschile. Ad affrontarsi sul centrale di Wimbledon saranno lo scozzese Andy Murray e lo svizzero Roger Federer, che in semifinale hanno battuto rispettivamente Tsonga e Djokovic. Gli occhi di tutta la Gran Bretagna, compresi quelli della Regina, saranno sul prestigioso campo dell’ “All England Club” per seguire e incitare Murray, il quale vincendo sarebbe il primo britannico a trionfare a Wimbledon dal 1936, quando vinse Fred Perry. Una partita storica anche per Federer che vincendo tornerebbe numero uno al mondo ed eguaglierebbe lo statunitense Sampras a sette vittorie nei Championships. Una sfida incerta e da non perdere. Semplicemente la finale di Wimbledon.

 

a cura di Antonio Scali

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending