Redazione
No Comments

Serie A, che lotta per l’Europa: sette squadre in un punto

Con la chiusura della nona giornata di Serie A, si fa sempre più avvincente la corsa ad un posto per l'Europa nella prossima stagione

Serie A, che lotta per l’Europa: sette squadre in un punto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono ben sette le squadre che si contendono 3 posti, uno valevole per i preliminari della Champions League 2015-2016, mentre gli altri due danno diritto alla partecipazione ai play-off di Europa League. Lazio, Milan, Sampdoria e Udinese condividono momentaneamente il terzo posto a quota 16, ma appena sotto, ad un solo punto di distanza, Napoli, Inter e Genoa sono pronte a dare battaglia in una lotta senza esclusione di colpi.

La lotta per l'Europa: Mazzarri stoppa Mihajlovic

La lotta per l’Europa: Mazzarri stoppa Mihajlovic

LE DUE SCONFITTE – La Sampdoria di Mihajlovic subisce la prima sconfitta stagionale per mano di un Inter che mostra cenni di rinascita. La formazione di Mazzarri torna prepotentemente in corsa per l’Europa che conta grazie al rigore procurato e realizzato da Mauro Icardi a tempo scaduto. Brusco stop anche per l’Udinese, che condivideva la terza piazza in classifica proprio con la squadra blucerchiata. A Firenze va in scena lo show di Babacar, ma il risultato di 3 a 0 per i viola appare eccessivo in rapporto alla mole di gioco prodotta dalla squadra friulana, che va più volte vicina alla rete, senza mai riuscire a battere l’estremo difensore avversario Neto.

LE BIG IMPATTANO – Lazio, Milan e Napoli pareggiano, tutte in trasferta rispettivamente contro Hellas Verona, Cagliari e Atalanta. La squadra di Pioli disputa una buona gara; passa in vantaggio al 42′ del primo tempo con Lulic, che sfrutta una disattenzione della difesa avversaria e continua a controllare la partita. Ma proprio quando i biancocelesti sembrano avere la partita in pugno arriva la disattenzione che costa cara: Cavanda commette fallo su Gomez in area, che vale il rosso per il belga-angolano e il gol del pareggio degli scaligeri. La rete di Toni non permette alla Lazio di raggiungere il terzo posto solitario, a quota 18 punti. Il Milan porta a casa un punto prezioso dalla trasferta sarda, sul campo del nuovo Cagliari targato Zeman-Giulini. Punto prezioso considerando l’andamento dell’incontro, con i rossoblu che sfiorano il colpo grosso in più occasioni e che al netto delle palle gol avrebbero meritato di portare a casa i 3 punti. Dopo il vantaggio di Ibarbo, è un eurogol di Bonaventura a salvare il Milan. Come dicevamo, Pareggia anche il Napoli, con un Higuain sempre più “croce e delizia”. Dopo il vantaggio di Denis, il centravanti argentino porta il risultato nuovamente in equilibrio grazie ad una splendida girata in area di rigore. Ma nei minuti di recupero del secondo tempo, il “Pipita” si fa parare il rigore dal giovane Sportiello, vanificando la grande chance di portare a casa i 3 punti.

INTER E GENOA – Si rifanno sotto Inter e Genoa, grazie a due vittorie molto pensanti. La formazione di Mazzarri si aggiudica lo scontro diretto contro la Samp di Mihajlovic grazie al rigore di Icardi, mentre i “grifoni” infliggono la prima sconfitta stagionale in campionato alla capolista Juventus grazie ad un rete al 94′ dell’ex milanista Luca Antonini. Entrambe le squadre conquistano la seconda vittoria consecutiva in 3 giorni, agganciando il treno per l’Europa e tornando a pieno merito in corsa. Non resta che aspettare il prossimo turno di campionato, con le squadre già in campo da domani, per vedere gli sviluppi di una lotta per l’Europa sempre più affascinante che ci potremo godere fino al termine della stagione.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *