Jacopo Bertone
No Comments

Serie A: la Top 11 della 9^ giornata

Ecco i migliori undici giocatori dell'ultimo turno infrasettimanale della nostra Serie A

Serie A: la Top 11 della 9^ giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dalla rimonta del Sassuolo al colpo di scena di Genova, passando per la goleada di Firenze: siamo sempre lì, il nostro campionato esprime sempre qualcosa, il problema è che gli altri campionati offrono di più! Ecco la top 11 della nona giornata di Serie A:

Mattia Perin, portiere della top eleven di Serie A

Mattia Perin, portiere della top eleven di Serie A

PERIN – La solita saracinesca, aiutato anche dai suoi pali nega alla Juve la gioia del goal e costruisce le fondamenta del successo genoano: abbiamo trovato l’erede di super-Gigi ?

ANTONINI – Tecnicamente parlando ha il solo merito di credere nella galoppata di Matri e farsi trovar pronto in area, ma che merito! La giusta ricompensa per uno che in carriera ha raccolto meno di ciò che ha seminato.

ALEX – Arrivato tra il pessimismo generale, l’armadio carioca sta stupendo tutti e ancora una volta mette in cascina una prestazione più che buona, bravo!

DARMIAN – La faccia è quella del ragioniere ma il talento e la grinta sono tutt’altro che ordinarie! Al Mondiale era stato forse l’unica nota positiva dell’Italia e il goal vittoria contro il Parma ci dice che questo ragazzo sta crescendo bene, manna dal cielo per il nostro calcio!

CUADRADO – Due assist e tanti colpi da giocoliere per questo colombiano che in assenza di Gomez e Rossi sta trascinando la Fiorentina, dimostrando di credere veramente nel progetto e di non essere rimasto in viola solo per far presenza.

BONAVENTURA – Una rete da genio assoluto che ha fatto alzare dal divano chiunque abbia avuto il piacere di vederla: applausi per uno degli acquisti più efficienti del mercato estivo!

MANDRAGORA – Calma e gesso: questo ragazzo NON è Pelè nè tantomeno Maradona, come una certa parte di stampa sta provando a farci credere, ma ciò non toglie che sia bravo per davvero soprattutto se si dà un’occhiata alla sua carta d’identità, altro esempio di giovinezza e talento che fa ben sperare per il futuro.

MISSIROLI – Il secco va premiato al pari del suo Sassuolo: la sua capacità d’inserimento è tutt’altro che disprezzabile, anzi, e ha il merito di riacciuffare una partita difficile contro una squadra ostica come quella di Sarri: complimenti!

IBARBO – Se avesse un briciolo di coscienza questo sarebbe uno dei più grandi talenti di tutta Europa, ma anche così non si può non amarlo: è spettacolo allo stato puro, se è in giornata vale da solo il prezzo del biglietto, come ha dimostrato il partitone contro il Milan.

DESTRO – Una costanza fuori dal comune, questo è Mattia Destro: va in goal con elvetica periodicità, cosa che gli dà tutto il diritto di reclamare più spazio, l’unico problema è che davanti a lui c’è Totti, punto.

BABACAR – Questo ragazzone dal sorriso gentile sta facendo un figurone sostituendo nel migliore dei modi i due titolarissimi della squadra di Montella: la doppietta contro l’Udinese potrebbe essere solo la punta dell’iceberg, perchè l’andazzo è quello del predestinato, buona fortuna!

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *