Giuseppe Landi
No Comments

Lazio, a Verona non basta Lulic

I biancocelesti nonostante il pareggio contro l'Hellas agganciano il terzo posto. Toni si sblocca e salva gli scaligeri

Lazio, a Verona non basta Lulic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Termina 1-1 il posticipo della nona giornata di Serie A. Al ‘Bentegodi’ andava in scena Verona-Lazio, con gli scaligeri reduci da due pesanti ko con Milan e Napoli, mentre i biancocelesti arrivano a questa sfida con l’obiettivo di centrare la quinta vittoria consecutiva che varrebbe il terzo posto in solitaria. Per riuscirsi Pioli lascia ancora in panca Klose, con Lulic e Candreva a supporto di Djordjevic. Classico tridente per Mandorlini, Nico Lopez dal 1′.

MORAS SBAGLIA, LULIC NON PERDONA – La prima occasione della gara è per l’Hellas, con Nico Lopez che dribbla un avversario e mette al centro, ma Toni è impreciso nella conclusione. Primi minuti caratterizzati da molti errori in fase di palleggio, con Moras che al 12′ effettua un retropassaggio suicida, ma Rafael è bravo ad evitare il peggio. Col passare dei minuti cresce la Lazio: al 13′ colpo di tacco di Parolo e fucilata da fuori di Biglia, palla alle stelle. Il “Conejito” Nico Lopez con la sua velocità mette in difficoltà la retroguardia biancoceleste. Ma la noia continua a dominare, al 41′ Tachtsidis prova a beffare Marchetti da centrocampo, sfiorando l’incrocio e suonando la sveglia per la Lazio, che poco dopo, al 43′ colpisce: cross di Candreva dalla destra, sbuccia Moras, irrompe Lulic che non sbaglia e porta in vantaggio i suoi proprio nel finale di prima frazione.

REAZIONE VERONA, TONI SI SBLOCCA – Subito doppio cambio per Mandorlini, che lascia negli spogliatoi Gomez e Sorensen, subentrano Jankovic e Martic. Proprio il difensore neoentrato sfiora l’autogol su cross di Candreva nei primi minuti. Ma ecco che Toni si scatena, e va per tre volte in 5 minuti vicino al pareggio: al 51′ sulla sua spaccata interviene Marchetti sulla linea di porta, poi con un destro al volo fantastico spedisce la palla sull’esterno della rete. Al 55′ colpo di testa su cross di Nico Lopez e palla che sfiora la traversa. E’ un altro Verona, Pioli nota la sofferenza ed effettua un doppio cambio, inserendo Gonzalez e Felipe Anderson. Ma al 67′ episodio decisivo: fallo di Cavanda che strattona Juanito, per l’arbitro nessun dubbio, rigore ed espulsione. Dal dischetto Toni spiazza Marchetti e sigla il definitivo 1-1. Nel finale gli scaligeri vanno vicini al colpaccio con Juanito Gomez e Nico Lopez, ma il risultato non cambia.

Il tabellino della gara:

Verona (4-3-3): Rafael; Martic (1′ st Sorensen), Moras, Marquez, Agostini; Campanharo, Tachtsidis (33′ st Ionita), Hallfredsson; Jankovic (1′ st Gomez), Toni, Nico Lopez. A disp.: Benussi, Gollini, Lazaros, Luna, Brivio, Ale. Gonzalez, Valoti, Saviola, Nené. All.: Mandorlini

Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda, De Vrij, Ciani, Radu; Parolo, Biglia, Onazi (14′ st Gonzalez); Candreva, Djordjevic (41′ st Klose), Lulic (14′ st Anderson). A disp.: Berisha, Strakosha, Novaretti, Braafheid, Pereirinha, Ederson, Ledesma. All.: Pioli

Arbitro: Irrati

Marcatori: 43′ Lulic (L), 24′ st rig. Toni (V)

Ammoniti: Martic, Campanharo (V); Onazi, Biglia, Cavanda (L)

Espulsi: Cavanda

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *