Enrico Cunego
No Comments

Top 10 Nba plays: Westbrook e Gasol superbi, che giocate per Charlotte

Ben 12 le partite giocate nella seconda notte Nba. Nel podio delle migliori giocate il giovane James Ennis degli Heat è terzo, Westbrook secondo mentre il canestro di Waker allo scadere si aggiudica la prima posizione

Top 10 Nba plays: Westbrook e Gasol superbi, che giocate per Charlotte
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Okahoma perde, ma Westbrook c'è eccome

Okahoma perde, ma Westbrook c’è eccome

L’NBA entra nel vivo con 12 partite giocate nella notte. Un concentrato di punti, assist, rimbalzi, stoppate e ovviamente tantissimo spettacolo. Ciò rende la nostra top 10 di giocate molto ricca e variegata. Nella notte un career-high da 32 punti di Marc Gasol ha permesso ai Grizzlies di piegare i Timberwolves, mentre a Miami i nuovi Heat hanno punito i Washington Wizards. Splendidi Celtics che annientano dei Nets ancora in fase di rodaggio, mentre Houston incassa la seconda vittoria consecutiva violando il campo degli Utah Jazz. Grande ritorno per il nostro Danilo Gallinari che con 7 punti contribuisce alla vittoria dei Denver Nuggets sui Detroit Pistons dell’inutilizzato Gigi Datome. Buio totale per i Lakers nonostante i 31 di Kobe Bryant, l’affermazione di Phoenix è netta. Nel derby californiano Golden State spazza via Sacramento, mentre ad est stecca tremendamente all’esordio New York, travolta 104-80 dai Bulls del rientrante Rose. Rimaniamo ad est coi successi di Indiana e Toronto su 76ers ed Hawks, mentre serve l’over-time a Charlotte per piegare i Milwaukee Bucks. Infine non bastano i ben 38 punti di Russell Westbrook ad Oklahoma: Portland passeggia 106-89 sulla franchigia dell’MVP in carica Kevin Durant. Ed ora viviamo le 10 migliori giocate della notte.

TOP 10 NBA PLAYS – Apre la classifica Brandon Bass, che con la sua grande schiacciata elude la difesa dei Nets. Al nono posto ecco una delle tante perle della serata di Marc Gasol, che ruba palla a Budinger e conclude con una potente schiacciata. Alla posizione numero 8 si torna a Boston, con Rajon Rondo che con una finta manda a vuoto la difesa dell’esordiente Bogdanovic riuscendo quindi a portare a canestro il proprio terzo tempo. Numero 7, si va a Denver: Mozgov riceve un pallone superbo da Ty Lawson e schiaccia indisturbato. Posizione numero 6 per l’esordiente Dante Exum: l’australiano di Utah serve un magnifico pallone peril francese Gobert, il quale non può far altro che  schiacciare. La top 5 si apre con tutta la rabbia di Andrè Drummond: i Pistons non girano a Denver? Lui scarica tuta la frustrazione con una delle sue classiche e potentissime schiacciate sul povero Mozgov. Appena fuori dal podio c’è un altra potenza: quello del nuovo Hornets Lance Stephenson, il quale prende la rincorsa e schiaccia magnificamente nonostante il tentativo di difesa di Larry Sanders e Giannis Antetokoumpo. Terzo posto per un nuovo arrivo degli Heat, James Ennis, il quale in contropiede vola travolgendo il malcapitato Butler e mettendo a canestro una stupenda schiacciata. Secondo posto per un Westbrook già in formato play-off: cavalcata vincente verso una schiacciata che esalta tutta Oklahoma City. La prima posizione se la aggiudica Kemba Walker e si torna quindi a Charlotte. Un secondo dalla fine, Bucks avanti 100-97 e lui che fa? Si inventa la tripla della disperazione e del pareggio con una magnifica tripla da distanza siderale. Canestro che vale l’overtime

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=x4pXZFi1ACg&list=UUWJ2lWNubArHWmf3FIHbfcQ[/youtube]

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *