Antonio Casu
No Comments

Cagliari-Milan, il match delle verità

Due attacchi stellari a confronto, due filosofie di calcio associabili l'una contro l'altra. La sfida tra sardi e rossoneri promette spettacolo

Cagliari-Milan, il match delle verità
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Gli amanti dei tatticismi esasperati girino al largo dal Sant’Elia: la sfida di domani tra Cagliari e Milan promette gol a grappoli e spettacolo nella sua essenza più pura. I numeri che presentano l’incontro la dicono lunga. I rossoneri sbarcano in Sardegna con il migliore attacco del campionato (17 gol in otto giornate) ed il quinto posto in classifica, mentre la banda di Zeman, dopo un inizio difficile, ha messo a segno dieci gol negli ultimi quattro incontri, subendone solo quattro. Il pronostico verte a favore del Milan, ma ci si può aspettare di tutto.

Empoli-Cagliari, Zdenek Zeman, tecnico del Cagliari

Zdenek Zeman, tecnico del Cagliari

IL VECCHIO E IL  BAMBINO – La sfida riguarda anche le filosofie proposte dalla panchina, per molti versi associabili. Filippo Inzaghi è la matricola terribile della Serie A, tanto vincente da tecnico quanto lo era da calciatore. I numeri altalenanti non ingannino: l’ex centravanti è un vero e proprio predestinato. Il gioco veloce e offensivo del suo Milan è una piacevole sorpresa, specie se si considera la qualità della rosa, carente in diverse zone del campo. Il percorso del Cagliari è invece quello di una squadra che cerca Zemanlandia come se fosse la terra promessa. Gli sprazzi di bel gioco proposti contro Inter ed Empoli lasciano ben sperare i tifosi rossoblu.

IL MATCH DELLE VERITÀ – Ad accoglierli ci sarà un Sant’Elia finalmente pieno. I lavori nella Curva Sud sono terminati e permetteranno all’impianto di avere i tanto agognati 16000 posti (capienza minima imposta dalla Lega di Serie A). Cagliari ed il Cagliari hanno voglia di calcio e spettacolo: lo richiede la classifica, ancora deficitaria, e l’orgoglio della nuova creatura di Giulini, che lentamente prende forma. Un successo sarebbe la certificazione della bontà del progetto avviato a luglio. Il Milan, dal canto suo, ha bisogno dei tre punti per fare un passo in avanti nell’intricata lotta per il terzo posto, mai affollata come in questa stagione. Appuntamento per le 20,45 di domani: i deboli di cuore optino per un bel film.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *