Jacopo Gino
No Comments

Antonio Di Natale, ennesima magia di una carriera straordinaria

Ennesima magia di Totò Di Natale, che timbra il cartellino contro l'Atalanta per la quinta volta stagionale. Una carriera da record con i colori bianconeri

Antonio Di Natale, ennesima magia di una carriera straordinaria
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Totò di Natale. Ancora in gol, sempre lui. E’ arrivato il quinto timbro in campionato, una magia bellissima che ha aperto le danze nella vittoria contro l’Atalanta (partita vinta dall’Udinese 2-0): palla recuperata sulla trequarti e destro a giro fulminante che si insacca all’incrocio dei pali.

Totò Di Natale con la maglia della sua Udinese

Totò Di Natale con la maglia della sua Udinese

LA STAGIONE IN CORSO – Un gol bellissimo, che si aggiunge ai tanti segnati in carriera. 10 anni di Udinese, 214 reti con la maglia bianconera in 395 partite giocate. Idolo del tifo friulano, soprattutto per il grande rifiuto alla Juve nell’estate del 2010. Capitano e leader indiscusso della formazione di Stramaccioni, era partito male in questo avvio di stagione, ma si sta riscattando alla grande: è già a quota 5 gol, sotto di 2 rispetto al capocannoniere della serie A (Callejon con 7 reti). Infinito Di Natale, 37 anni compiuti due settimane fa.

CLICCA QUI PER GUARDARE LA PRODEZZA DI TOTO’ DI NATALE

IN MILLE MODI DI NATALE – Gol di tacco, mezze girate, rovesciate, pallonetti. Di Natale sfrutta il suo fisico scattante e brevilineo per girarsi in un fazzoletto e battere sul tempo i difensori avversari. Totò ha segnato davvero in tutte le maniere, e quello di ieri è solo l’ultimo dei capolavori della sua infinita carriera.

UNA CARRIERA INCREDIBILE – 337 presenze con l’Udinese, 397 complessive. Una vita passata al servizio della formazione friulana. Di Natale ha visto passare ben 8 allenatori: lui è rimasto sempre lì, napoletano adottato dall’estremo nord-est. Ha avuto la maturità per capire la sua dimensione e ripagare il pubblico, che lo osanna ad ogni partita. Nel 2010 ha rifiutato la Juventus e nel 2013 il Milan, dimostrando che il cuore vale molto di più che la mera ambizione e la questione economica. Di Natale ha trascinato più volte l’Udinese in Europa. Due volte capocannoniere della serie A: nel 2009/2010 con 29 reti e nel 2010/2011 con 28 gol. A questi numeri sono da sommare 42 presenze in Nazionale, condite da 11 gol. Un rapporto non sempre idilliaco con i colori azzurri, con i quali tuttavia è arrivato in finale all’Europeo di Polonia e Ucraina 2012, nei quali ha segnato una rete.

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *