Luca Porfido
No Comments

Standing ovation per Marco: Di Vaio si ritira

Marco Di Vaio dice basta col calcio giocato. Termina cosi anche la sua esperienza canadese. Tornerà in Italia, per lui un ruolo nella dirigenza del Bologna

Standing ovation per Marco: Di Vaio si ritira
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
di vaio bologna

Futuro nella dirigenza del Bologna per Marco Di Vaio

Ormai sono sempre di più, negli ultimi anni, i calciatori appartenenti alla “vecchia guardia”, cioè della generazione precedente, che decidono di smettere col calcio giocato. A 38 anni, la medesima scelta è stata presa da Marco Di Vaio, che ha giocato per l’ultima volta ieri sera, segnando anche un gol nella partita tra il suo Montreal Impact e il DC United.

L’ESPERIENZA CANADESE – Purtroppo la squadra di Di Vaio chiude il campionato ultima in classifica, ma il giocatore romano decide comunque di regalarsi l’ultima soddisfazione di una lunga carriera, mettendo a segno il gol del momentaneo vantaggio (la partita è finita poi 1 a 1, con i DC United primi in classifica). L’esperienza canadese termina con un bottino di 34 reti in 76 partite, mentre Di Vaio esce nel finale tra la standing ovation del pubblico, ricevendo come regalo dal suo compagno di squadra Nakajima-Farran, un quadro dipinto da lui, che ritrae il giocatore italiano nella sua classica esultanza, ovvero mentre bacia l’anello del matrimonio.

FUTURO NEL BOLOGNA – Per l’attaccante si profila un futuro da dirigente nel nuovo Bolognaamericano”, targato Tacopina e Saputo. “Chiudere col calcio giocato è un po’ triste, ma sono contento anche per quest’ultima partita. Ringrazio Montreal, città nella quale ho trovato tanto calore e affetto dentro e fuori il campo. Sono stato fortunato”.
Saputo al Bologna è qualcosa di incredibile, ma sono contento perché ci può essere un futuro migliore per il Bologna. Io ho fatto tante esperienze diverse, era quello che sognavo, ho fatto una carriera di alto livello e ho lasciato un buon ricordo”.

LA CARRIERA – Tante le squadre dove Marco Di Vaio ha militato, prima di tutte la Lazio, dove ha mosso i primi calci da professionista. Passato poi al Verona e al Bari, è nella Salernitana che trova la vera consacrazione, che gli garantirà il passaggio al Parma. Dalla squadra gialloblu verrà poi acquistato dalla Juventus, dove rimarrà per 2 anni, per poi trasferirsi al Valencia, poi al Monaco, tornando in Italia al Genoa, per poi finire al Bologna, dove resta per 4 anni, ovvero fino al 2012, quando deciderà di terminare la carriera in Canada, al Montreal Impact appunto. Di Vaio ha segnato in carriera 228 gol in gare ufficiali, ai quali vanno aggiunte le 2 reti con la Nazionale. In totale 230 reti per uno degli ultimi baluardi della vecchia generazione, forse una delle migliori del calcio italiano.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *