Dario Di Ponzio

Marotta rincara la dose: “Comunicato Inter? Inaccettabile”

Marotta rincara la dose: “Comunicato Inter? Inaccettabile”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Botta e risposta tra Juventus e Inter ulteriormente infuocato dalle parole di Marotta alla DS.

Massimo Moratti, ex-presidente onorario dell'Inter

Massimo Moratti, ex-presidente onorario dell’Inter

La diatriba sullo scudetto 2006 sembra destinata a non esaurirsi mai, specialmente se i rapporti tra Inter e Juventus continuano a rimanere tesi anche a 8 anni di distanza. L’ultimo a dire la sua sulla vicenda è stato Giuseppe Marotta, dirigente della Juventus, che alla Domenica Sportiva ha commentato il precedente comunicato realizzato dall’Inter. Ma, da dove nasce l’ennesima querelle?

SCONTRO AGNELLI-INTER – Il prologo è tutto nelle parole di Andrea Agnelli. Subito dopo l’assemblea soci in casa Inter infatti, intervistato su varie questioni tra cui anche l’addio di Massimo Moratti dall’Inter, il presidente della Juventus era stato chiaro:” Credo che a lui vada riconosciuto un grande amore per la sua Inter e, il grandissimo amore, può portare a compiere alcune follie come accettare uno scudetto che non ha vinto“. Parole che, ovviamente, hanno fatto tornare alla luce una vicenda che, sotterrata, non mostrava i propri rami da tempo ma che, allo stesso tempo, non aveva mai smesso di far crescere le proprie radici. Il comunicato di risposta dell’Inter ha duramente accusato lo stesso Agnelli di “mistificare i fatti e cambiare il corso della storia”.

REPLICA DI MAROTTA – Risposta piccata e polemica dell’Inter che ha trovato a fare da dirimpettaio nella controreplica Juventina non lo stesso Agnelli ma Marotta. “Il comunicato dell’Inter è stato fuori luogo ed inopportuno. Il presidente Agnelli ha solo espresso parole di grande apprezzamento per il presidente Massimo Moratti aggiungendo con ironia che questo amore lo ha portato ad accettare uno scudetto non vinto sul campo”. Parole del Dg bianconero che si deduce non passeranno, anche esse, inosservate.

A questo punto la palla passa all’Inter del post-Moratti, anche se in ogni caso appare palese che la vicenda è ben lontana dall’essere chiusa.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *