Federica Valcauda
No Comments

Moto Gp, Sepang: Marquèz suona la dodicesima sinfonia

Marquèz raggiunge Mick Doohan, Rossi spettacolare secondo, Lorenzo terzo. Male Pedrosa che cade due volte. Delusioni in casa Ducati

Moto Gp, Sepang: Marquèz suona la dodicesima sinfonia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Marc Marquèz sfata il tabù e si aggiudica la dodicesima vittoria stagionale, agguanta il record di Mick Doohan e  nel post gara le sue dichiarazioni
fanno intendere l’intenzione di voler arrivare a tredici vittorie e assicurarsi il primato assoluto.

Amici Rivali: Rossi e Marquèz spettacolari

Amici Rivali: Rossi e Marquèz spettacolari

CRONACA – Parte benissimo Dani Pedrosa che si ritrova in testa alla prima curva, fanno a sportellate invece Lorenzo e Marquèz con quest’ultimo che ha la peggio e finisce in settima posizione dietro Bradl e Smith. Rossi parte bene e si ritrova quarto dopo la prima curva dietro a Dovizioso, con Lorenzo intanto che esce riesce ad uscire secondo dietro a Pedrosa. Lorenzo supera Pedrosa e prova ad andare via ma Dani riesce a tenergli il codone, intanto dietro Marquèz rinviene fino alla quinta posizione e aspetta il momento giusto per attaccare Dovizioso superato intanto da Rossi, momento che arriva soltanto dopo mezzo giro. Davanti intanto Pedrosa scivola malamente (ripartirà e cadrà di nuovo) e permette a Rossi di raggiungere la seconda posizione, il pilota di Tavullia è fin da subito aggressivo su Lorenzo, nessuno se lo aspettava così in spolvero dopo le prove del venerdì e del sabato dove ha avuto tantissimi problemi, evidentemente la filosofia “lavoro,lavoro,lavoro” ha funzionato perfettamente. Per metà gara i piloti di punta Lorenzo,Rossi e Marquèz sono rimasti attaccati fino a quando Rossi è riuscito a fare il sorpasso vincente ai danni di Lorenzo che si è poi fatto subito beffare anche da Marquèz, il pilota maiorchino non è poi riuscito a mantenere il passo dei due davanti finendo ad un certo punto addirittura a due secondi dalla coppia di testa. Dovizioso e la Ducati a metà gara hanno iniziato a soffrire, Andrea perde posizione ma riuscirà comunque a concludere la gara ottavo. I giri finali sono stati entusiasmanti con Rossi che ha fatto un piccolo errore e Marquèz che ne ha approfittato subito, Rossi ha poi tenuto il codone della Honda fino a 4 giri dalla fine quando le gomme hanno iniziato a cedere, così Valentino si è accontentato di preservare la seconda posizione che gli permette di salire a +12 su Lorenzo in campionato.

La classifica finale vede: Marquèz, Rossi, Lorenzo, Bradl,Smith, Pol Espargaro, Hernandez, Dovizioso, Barbera, Redding.
Ritirati: De Angelis, Petrucci, Pedrosa, Abraham, Hayden, Crutchlow, A.Espargaro e Bautista.

Marquèz fa un altro record e raggiunge la sua 44 vittoria nella sua carriera ad una sola distanza da Casey Stoner. Rossi si dimostra forte e con un gran carattere, guida tutta la gara perfettamente e si arrende solo alle gomme e allo strapotere Marquèz-Honda. Lorenzo subisce un calo fisico da quello che si è dedotto dalle interviste post gara, certo è che oggi ha preso un grande schiaffo dal compagno di Box.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *