Connect with us

Football

Pagelle Sampdoria-Roma 0-0: Gervinho scheggia impazzita, solidità blucerchiata

Pubblicato

|

Rudi Garcia, la sua Roma non è andata oltre lo 0-0 contro un'ottima Sampdoria

Una Roma ancora convalescente dalla “sbornia” di Champions impatta contro il muro blucerchiato. Un vero e proprio spareggio “morale” per i padroni di casa, che dimostrano di essere all’altezza del piazzamento in classifica. Giallorossi con tanta voglia di fare, ma con l’evidente “zavorra” di martedi che limita la prestazione nel fisico e nella testa. Bicchiere mezzo pieno per Garcia: essere usciti imbattuti e senza subire gol è comunque un segnale di ripresa per i suoi, che nonostante i 14 calci d’angolo conquistati, hanno creato soltanto due nitide occasioni da gol.

PAGELLE SAMPDORIA

ROMERO: 6,5 – Dopo il Mondiale, la naftalina. Il portiere argentino palesa qualche problema di comunicazione con la difesa, ma la sua unica vera parata salva il risultato. Come fanno i grandi portieri.

REGINI: 6 – Concede pochi spazi sulla fascia; poco presente in fase offensiva, qualche cross in più per Okaka non avrebbe fatto male (68′ MESBAH: 6)

ROMAGNOLI: 7 – Gioca contro il suo passato e forse contro il suo futuro: paga un pò l’emozione all’inizio, ma si riprende alla grande. Un vero e proprio muro che non lascia spazio ai giallorossi

GASTALDELLO: 6,5 – Vince il ballottaggio con Silvestre. E meno male: qualità ed esperienza, affidabilità pura

DE SILVESTRI: 6 – La sua sgroppata all ’89 è l’emblema della sua partita: gran corsa, gran quantità, ma anche gran sofferenza nel contrastare Gervinho

SORIANO: 6,5 – Sempre nel vivo nel gioco, non perde mai il controllo del centrocampo

PALOMBO: 6 – Protagonista “silenzioso”: impegnato più a contendere la densità avversaria che a costruire

OBIANG: 6+ Non pervenuto per un tempo: nella ripresa entra in partita e lo fa piuttosto bene

EDER: 6+  Accelerazioni, tagli, velocità: il brasiliano finalmente ha trovato la giusta dimensione in questa squadra. Paga un pò nella ripresa(83′ RIZZO S.V.)

Il ciclone Ferrero continua a spiazzare la Serie A

Ferrero: aveva previsto la vittoria, si deve “accontentare” del pari

OKAKA: 6 – Se dovessimo giudicare la clamorosa palla gol sciupata, sarebbe un voto ampiamente insufficiente. Il bomber però è utilissimo nell’assistere i suoi e nel fare a sportellate con una coppia di centrali avversaria di tutto rispetto. Sacrificato

GABBIADINI: 5,5 – Poco spazio per il suo mancino, e quando lo sfodera, finisce in tribuna. In una partita come questa, ci voleva soltanto un suo piazzato per sbloccarla(86′ BERGESSIO S.V.)

PAGELLE ROMA

DE SANCTIS: 6 – Dopo l’incubo Bayern, si gode una serata relativamente tranquilla

TOROSIDIS: 7 – Il “toro” di stasera non è Bergessio, ma lui: onnipresente, nelle chiusure e nelle incursioni offensive

YANGA-MBIWA: 6,5 – Galliani ci aveva fatto un pensierino nel 2012: il francese è arrivato con qualche anno di ritardo nel nostro calcio, ma dimostra di saperci stare alla grande

ASTORI: 7 – Gioca per l’assenza di Manolas, ma il centrale dice no ad ogni maglia blucerchiata. L’avrà notato pure Conte..

HOLEBAS: 6,5 – Garcia farebbe bene a non scambiare i suoi esterni alla “greca” con nessun altro giocatore. Chiude le porte definitivamente a Cole?

NAINGGOLAN: 6 – Molta densità a centrocampo ma meno idee del solito

DE ROSSI: 5,5 – Dopo la sconfitta col Bayern, asserisce la non imbattibilità dei tedeschi. Avrebbe fatto meglio a non parlare, ed espugnare magari con suo gol il “Marassi” per avere ragione

FLORENZI: 6+ Poco appariscente a centrocampo: quando viene schierato per dieci minuti nel tridente offensivo, si vede negato il gol da Romero(83′ ITURBE S.V.)

LJAJIC: 6 – Fantasia e vivacità: un tocco di inventiva in più sarebbe stato forse fondamentale

TOTTI: 5,5 – Non la sua miglior partita della carriera, nè della stagione: appare stanco, e anche più lezioso del solito(78′ DESTRO S.V.)

GERVINHO: 7,5 – E’ in questo momento il valore aggiunto dei lupacchiotti. Non sai mai quello che potrebbe fare: o meglio, lo sai, ma non sai come contrastarlo. Spina nel fianco, scheggia impazzita: vorrebbe entrare in porta con tutto il pallone, ma il palo impietoso gli nega il gol forse decisivo per i tre punti

Manlio Mattaccini

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending