Luca Porfido
No Comments

Rocchi si pente: “Colpa mia, potevo fare meglio”

L'arbitro Rocchi ammette in un'intervista di aver condizionato la partita tra Juventus e Roma. "Gestione rigore Maicon anomala. Ha creato tensioni"

Rocchi si pente: “Colpa mia, potevo fare meglio”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo poco tempo dal match Juventus – Roma, che aveva scatenato le polemiche arbitrali dopo neanche 6 giornate di campionato, l’arbitro Rocchi ammette le sue colpe, e lo fa in un’intervista a Donatella Scarnati, inviata per il processo del lunedi condotto da Varriale.

rocchi colpe juventus roma

In un’intervista Rocchi ammette le sue colpe

AMMISSIONE DI COLPA – “La mia gestione dell’episodio del rigore di Maicon è stata anomala. Diciamo che una gestione non equilibrata della situazione ha creato tensioni tra i calciatori e nei confronti dell’arbitro. Dispiace che la mia prestazione non sia stata ottimale, da questo punto di vista potevo fare meglio”.
Parole che tornano a rivangare le polemiche tra giallorossi e bianconeri, che dopo la pausa della Nazionale sembravano essersi affievolite. Le dichiarazioni di Rocchi, tuttavia, potrebbero seppellire l’ascia di guerra definitivamente, avendo egli stesso ammesso in pubblico di aver condizionato la partita con scelte sbagliate. Questo non restituisce i punti persi alla Roma, ma può almeno riappacificare gli animi, che dovrebbero convincersi che gli errori dell’arbitro non erano assolutamente in mala fede.

SI, PERO’… –Dopo aver rivisto la partita per valutare e rivedere, come faccio sempre, il mio operato, l’analisi più dura è stata proprio su quell’episodio. Credo di avere mille difetti ma soprattutto un pregio, di assumermi sempre le responsabilità delle cose che faccio. Mi assumo la responsabilità di aver fatto delle scelte, che sono state difficili. Noi siamo lì per decidere e ho cercato di farlo nel miglior modo possibile, senza ripensamenti o senza dubbi”.
Ma Rocchi cerca di togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa, anche se visto il risultato avrebbe potuto farne a meno: “Nel dire che era designabile Rizzoli non c’è niente di strano, un collega che stimo tantissimo, il più bravo del mondo. Quando arbitro quello che vedo faccio. Il 95% delle mie decisioni sono legate alla mia esperienza. Nella maggior parte delle volte sono state decisioni corrette. Non era la prima volta che arbitravo Juventus-Roma”.

Oltre all’eterna discussione della moviola in campo, che potrebbe divenire realtà proprio grazie alle fiamme scatenate tra Juventus e Roma, un altro leitmotiv ritornato di moda è quello delle interviste agli arbitri nel dopogara. In molti, durante l’estate, si erano espressi contrari a questa possibilità, come lo stesso Rizzoli: “Interviste agli arbitri dopo la gara? Magari non subito perchè a caldo è complicato, ma sono favorevole”.
Sappiamo tutti dei rischi delle parole uscite di getto nel dopo gara, ma forse si potrebbero fare delle eccezioni nel caso di alcuni match, specialmente quando le decisioni arbitrali influiscono, giustamente o no, sul risultato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *