Antonio Guarino
No Comments

Serie B: la Top 11 della nona giornata

Il Bari è la squadra che domina la Top 11 di questa settimana, con ben tre elementi nella formazione ideale. Continua a ruggire la premiata ditta livornese Cutolo-Vantaggiato, mentre tra i pali si parla argentino.

Serie B: la Top 11 della nona giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un campionato come sempre equilibrato e ricco di colpi di scena quello di Serie B, in cui continuano a risalire le corazzate Livorno e Bologna che devono però fare i conti sia con la capolista Frosinone – terribile neopromossa che non vuol smettere di sognare – sia con un ritrovato Bari. La squadra di Devis Mangia si è imposta per 4-2 sull’Avellino, diretto concorrente per la promozione in A, e torna a respirare l’aria salubre dei quartieri alti della classifica. Scopriamo insieme, quindi, quali sono stati i migliori 11 giocatori di questo nono turno di B, schierati per l’occasione con il 3-4-3.

CHICHIZOLA (Spezia): il penalty parato a Rosina è solo la ciliegina sulla torta di una domenica da assoluto protagonista. Il portiere argentino dello Spezia, scuola River Plate, si erge a vero muro della sua retroguardia e respinge con decisione e senso felino i disperati tentativi del Catania di venire a capo di una stagione che potrebbe rivelarsi più che fallimentare all’ombra dell’Etna. BASTIÒN

SABELLI (Bari): terzino destro naturale, viene schierato per l’occasione a sinistra confermandosi uno dei migliori della squadra pugliese. Qualche incertezza di troppo sul gol del 2-1 di Comi, si fa ampiamente perdonare col gol del 3-1: un taglio nell’area avversaria tanto inatteso quanto importante nell’economia del successo dei Galletti contro l’Avellino. INSTANCABILE

ABERO (Bologna): una prestazione convincente ed importante per l’esterno mancino uruguaiano, che spera di trovare quella continuità necessaria per far emergere le proprie doti di corridore e uomo assist. Intanto, pennella un bellissimo tocco sotto con cui il suo Bologna sblocca il match del “Dall’Ara” contro il Varese, con tanto di applausi del neo Presidente Tacopina. RITROVATO

LAVERONE (Vicenza): chilometri su chilometri macinati per tutti i 90 minuti, conditi dall’assist per il vantaggio di Cocco e da una traversa colta nel finale che grida ancora vendetta. Per l’ex Varese una prova di assoluto spessore, che ci auguriamo possa proiettarlo tra le realtà più belle di questa Cadetteria. MOTORINO

ROMIZI (Bari): poco spazio finora per il mediano nato ad Arezzo, secondo giocatore del Bari di Devis Mangia in questa Top 11 di giornata, che si fa trovare prontissimo quando chiamato in causa. Sblocca il match dopo pochi minuti, poi prende in mano le redini del centrocampo pugliese disponendo con ordine la manovra dei suoi. Sfiora anche la doppietta personale con un’invenzione tanto bella quanto sfortunata. ART ATTACK

Anche la bella Marianna Gautieri, figlia del tecnico del Livorno Carmine Gautieri, dimostra di apprezzare le giocate di Cutolo

Anche la bella Marianna Gautieri, figlia del tecnico del Livorno Carmine Gautieri, dimostra di apprezzare le giocate del suo idolo, Aniello Cutolo

CUTOLO (Livorno): seconda doppietta nel giro di sette giorni per il fantasista napoletano che, quando sale in cattedra, dimostra di essere di tutt’altro pianeta. Due gol di pregevole fattura che proiettano la squadra toscana lì dove gli compete essere: nelle zone alte della classifica, a lottare per un pronto ritorno in A. E con un Aniello così, all’”Armando Picchi” sognare non costa nulla. NEMICO PUBBLICO N°1

SODINHA (Brescia): Mister Iaconi lo getta nella mischia a 30’ dal termine e il trequartista paulista cambia completamente le sorti del match contro la Pro Vercelli. Immarcabile tra le linee, sforna due fantastici assist per Caracciolo e Benali: i compagni ringraziano, realizzano e regalano al Brescia il primo successo interno della stagione. QUE CRACK!

CIARAMITARO (Trapani): giornata letteralmente da incorniciare per l’esterno offensivo palermitano, autore di una doppietta nel 3-1 che rilancia il suo Trapani nei quartieri nobili di questa Serie B. Classe, qualità e quantità al servizio di Mister Boscaglia, che può sempre contare sull’apporto del suo elemento più esperto. UOMO OVUNQUE

CAPUTO (Bari): apriamo il nostro tridente offensivo di giornata con il 27enne attaccante del Bari, terzo elemento dei suoi in questa “formazione tipo” del nono turno di B. Sale a cinque il suo bottino personale di reti in sette presenze totali, sinonimo dell’importanza di questo calciatore nell’economia generale del campionato della squadra pugliese. Al “San Nicola” non vorranno mai stancarsi di cantare il suo nome! RAPACE D’AREA

VANTAGGIATO (Livorno): cinque è anche il personal score del bomber del Livorno, che non sta facendo affatto rimpiangere l’assenza lì davanti di un certo Andrej Galabinov. Il buon Daniele, però, con tanti anni di A e B sulle spalle, sta letteralmente trascinando l’attacco della squadra toscana e, in coppia con Cutolo, si è confermato letale ogni qualvolta si avvicina all’area di rigore avversaria. SPARARE A VISTA!

CATELLANI (Spezia): l’attaccante emiliano della squadra ligure entra di diritto in questa Top 11 con la sua doppietta dell’ex, decisiva per il suo Spezia e letale per i vecchi compagni del Catania. È onnipresente sul fronte d’attacco, alterna giocate ad improvvise accelerate che spaccano in due la già fragile difesa etnea. Dopo le difficoltà della passata stagione, finalmente Andrea ha trovato la continuità di cui aveva bisogno. PASO DOBLE

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *