Enrico Cunego
No Comments

Milan, Alex-Rami: il muro definitivo di Inzaghi?

Il brasiliano ed il francese sembrano aver conquistato la titolarità e la fiducia di mister Inzaghi ed anche a Verona partiranno dal primo minuto.

Milan, Alex-Rami: il muro definitivo di Inzaghi?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Attenti a quei due. Parliamo di Alex e Rami, la nuova coppia di centrali della difesa del Milan. Dopo vari esperimenti e tentativi Filippo Inzaghi sembra aver finalmente trovato la coppia definitiva per dare stabilità ad un reparto decisamente barcollante e bisognoso di punti di riferimento. Bonera e Zapata finora non hanno convinto per nulla nonostante le numerose chance concesse, ed ecco che ora il duo francese-brasiliano viene individuato come l’ideale per “murare” gli attacchi avversari. Protagonisti di un inizio di stagione non facile, chi a causa di acciacchi fisici e chi per scelte tecniche, i due sembrano aver trovato una sinergica titolarità, ed anche domani a Verona partiranno dal primo minuto davanti a Diego Lopez. Andiamo ad analizzare questa coppia piena di esperienza ed in cui Pippo Inzaghi ed i tifosi ripongono molte speranze per il futuro.

Alex Milan

Alex, colonna portante della difesa del Milan

IN PIENA FORMA – L’inizio con la maglia del Milan da parte di Alex aveva favorevolmente impressionato gli addetti ai lavori ed i tifosi, i quali ne hanno fin da subito apprezzato le doti fisiche, l’abilità nel colpo di testa ed il ricco bagagliaio di esperienza maturato dopo una decennale esperienza europea con le maglie di PSV, Chelsea e PSG. Purtroppo già alla seconda giornata, nella rocambolesca sfida di Parma conclusasi 4-5, il brasiliano ha dovuto lasciare il campo a causa di un edema all’adduttore destro, fatale per fargli saltare il big match contro la Juventus e la difficile trasferta di Empoli. Tornato a disposizione nella gara col Cesena, dove ha disputato solo il quarto d’ora finale, il nativo di Niteroi, periferia di Rio de Janeiro, ha ritrovato la titolarità contro il Chievo, ed i risultati si sono visti immediatamente. Prestazione solida ed autorevole, che ha contribuito in maniera decisiva al 2-0 finale, che in chiave difensiva va letto come la prima volta in cui il Milan non ha subito gol in 6 incontri di campionato. Un dato importante che deve essere riconfermato domani contro l’altra squadra di Milano: l’Hellas. Finora, come detto, il brasiliano ha colpito tutti in maniera estremamente positiva, evidenziandosi come meritevole di una maglia da titolare assoluto. I 31 anni sulla carta d’identità sembrano non pesare per nulla e quindi che si diano pure le chiavi della difesa ad Alex. I risultati sono garantiti.

PER CONVINCERE PIPPO – Nessun problema fisico, invece, per Adil Rami, ne ha frenato l’inizio di stagione, bensì un apparente scarsa fiducia da parte di Pippo Inzaghi nei suoi confronti. Riscattato in estate dal Valencia per 4 milioni, il francese sembrava dovesse essere un titolare inamovibile dell’11 rosso-nero. Ciò viene smentito subito nella prima gara di campionato, contro la Lazio, dove Bonera parte titolare al fianco di Alex, così come nella gara di Parma, dove però il bresciano, oltre a rendersi protagonista di una partita disastrosa, viene espulso. Espulsione che apre le porte del debutto stagionale per l’ex Lille, che gioca titolare contro la Juventus nel big-match perso 0-1. Nonostante una discreta gara, però, la coppia di centrali contro l’Empoli è Bonera-Zapata, con Rami che appare a questo punto destinato al ruolo di eterna riserva. Ma l’agghiacciante tenuta difensiva nel 2-2 contro i toscani fa cambiare idea nuovamente ad Inzaghi, che contro il Cesena da una nuova chance al franco-marocchino, che ripaga segnando di testa sugli sviluppi di un corner il gol dell’1-1 definitivo. Una rete importante che consolida una buona prestazione e che convince definitivamente il mister. Contro il Chievo è ancora Rami titolare ed in coppia con il rientrante Alex forma un ottimo muro che consente ai tifosi rossoneri di assistere finalmente ad una buona prestazione difensiva. Ora contro l’Hellas è nuovamente il turno di Rami. La fiducia di Super Pippo è definitivamente conquistata?

Enrico Cunego 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *