Alex Rivolta
No Comments

Balotelli attacca Prandelli: “Non è un uomo vero”

Parole forti rilasciate da Mario Balotelli al magazine Sport, dove l'attaccante del Liverpool ha attaccato Prandelli difendendo invece le scelte di Conte

Balotelli attacca Prandelli: “Non è un uomo vero”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quando Mario Balotelli decide di parlare fa sempre notizia e anche questa volta non è stato da meno. L’attaccante attualmente in forza al Liverpool ha infatti duramente attaccato l’ex commissario tecnico della Nazionale che lo aveva criticato dopo il fallimento dei mondiali brasiliani.

PAROLE FORTI – Balo non si risparmia e di Prandelli dice che “non è un vero uomo perchè non dice la cose in faccia” riferendosi a quando l’attuale allenatore del Galatasaray nel caldissimo post partita di Italia-Uruguay aveva dichiarato alla stampa che l’attaccante bresciano non era un campione perchè su di lui non si poteva fare sempre affidamento. Parole che Balotelli ha incassato in silenzio per diversi mesi prima di questa dura risposta che riaccende le polemiche legate allo sfortunato mondiale azzurro e soprattutto incrinano forse in maniera definitiva il rapporto tra i due che invece negli anni era sembrato molto forte come dimostrato anche dalle scelte dell’allenatore che aveva puntato tutto su di lui nel suo quadriennio da CT dandogli le chiavi della squadra.

CONTE FA BENE – L’ex milanista non si risparmia e parla anche del nuovo CT azzurro, quel Antonio Conte che nelle prime due convocazioni ha scelto di non convocarlo e che in ogni dichiarazione pubblica ha sempre sottolineato la volontà di avere in squadra prima di tutto grandi uomini dediti alla causa piuttosto che dare la precedenza solo ed esclusivamente al talento, Balo ha ammesso di trovarsi d’accordo con la scelta di non convocarlo visto che attualmente ci sono giocatori più in condizione e che soprattutto stanno segnando di più come Graziano Pellè – in gol anche nel successo azzurro contro Malta – . L’attaccante dei Reds ha voluto manifestare però il suo amore incondizionato alla maglia della nazionale e il suo dispiacere nel constatare che tutte le colpe del fallimento mondiale siano state ricondotte alle sue prestazioni.

Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *