Riccardo Raffa
No Comments

Guardiola progetta l’addio al Bayern: vuole il Manchester United

L'ambizioso tecnico spagnolo si candida per la prestigiosa panchina dei Red Devils

Guardiola progetta l’addio al Bayern: vuole il Manchester United
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il tecnico del Bayern Monaco, Pep Guardiola, si sarebbe offerto per la panchina del Manchester United. La notizia è riportata dal prestigioso tabloid inglese Sun che spiega come l’ex fuoriclasse del Barcellona, dopo le brillanti esperienze alla guida dei catalani e dei bavaresi, avrebbe voglia di misurarsi con la Premier League, dopo aver rifiutato negli scorsi anni le lusinghe di Chelsea e Manchester City. Guardiola, inoltre, non sarebbe completamente soddisfatto dell’esperienza in terra tedesca: nonostante una prima stagione molto brillante, coronata dalle vittorie di Bundesliga, Coppa di Germania, Supercoppa Europea e Mondiale per club, il feeling con dirigenza e tifosi non è mai stato entusiasmante (lo stesso Presidente onorario del club, Franz Beckenbauer, non ha risparmiato critiche al suo allenatore). L’ossessivo possesso palla imposto dal tecnico non è propriamente in linea con la concretezza che contraddistingue la mentalità teutonica e il suicidio tattico che ha permesso al Real Madrid di sbancare l’Allianz Arena nella scorsa semifinale di Champions non gli è mai stato completamente perdonato.

Van Gaal, allenatore del Manchester United

Van Gaal, allenatore del Manchester United

I DILEMMI DI VAN GAAL – Ma quante possibilità ci sono che questo ambizioso progetto vada in porto? Molto dipenderà dai risultati che riuscirà ad ottenere Van Gaal, che dopo un inizio in salita sembra aver finalmente indirizzato lo United sulla strada giusta. Il mercato imposto dal tecnico olandese ha però lasciato molte perplessità (sono stati fatti ingenti investimenti per un reparto avanzato che sembrava già ottimamente attrezzato, mentre non sono state colmate lacune evidenti ad esempio nella zona centrale del campo) e le altre big in gioco, Chelsea e Manchester City su tutte, viaggiano già a vele spiegate, avendo iniziato la stagione con una base di giocatori ed organizzazione tattica consolidate. Difficile, quindi, che i Diavoli Rossi, almeno per quest’anno, riescano a vincere qualcosa di importante e sarà a fine stagione che i 264 milioni di euro spesi per la campagna acquisti estiva peseranno sulle valutazioni dei dirigenti dello United nel giudicare il lavoro di Van Gaal e nel valutare, di conseguenza, una sua eventuale sostituzione.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *