Luca Porfido
No Comments

Inzaghi: solo Ancelotti meglio di lui

11 punti in 6 giornate e terzo posto in vista. Nelle ultime 10 stagioni, solo Ancelotti ha fatto meglio di Inzaghi, che gode della fiducia della società.

Inzaghi: solo Ancelotti meglio di lui
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Confrontando gli avvii di stagione degli ultimi 10 anni, si può vedere come il Milan di Inzaghi sia partito abbastanza bene, conquistando 11 punti su 18 disponibili.

Ancelotti Inzaghi Milan

Nelle ultime 10 stagioni, solo il Milan di Ancelotti ha fatto meglio di Inzaghi

I NUMERI NON BASTANO – A parte la squadra stellare di Ancelotti, che per ovvi motivi fece meglio, solo Allegri nel 2010-2011, cioè nell’anno dello scudetto, aveva ottenuto 11 punti in 6 gare, considerando anche che in quella stagione le avversarie Juventus e Roma non erano nelle condizioni attuali e i rossoneri avevano una formazione di tutto rispetto. Tuttavia, un ottimo avvio non ha garantito al Milan le prime posizioni in classifica, essendo i rossoneri ancora quinti, a pari merito con i prossimi avversari del Verona, a 7 punti di distanza dai bianconeri, primi in classifica, e a – 3 dal terzo posto, occupato incredibilmente dalla Sampdoria.

NIENTE PIU’ CHIMERE – Il terzo posto che significa Champions, quindi, non è inarrivabile, tenendo anche conto che Napoli e Fiorentina, dirette avversarie per un posto nella massima competizione europea, hanno avuto non pochi problemi in questo primo periodo, ed entrambe hanno l’impegno dell’Europa League. Mentre l’Inter di Mazzarri, almeno per ora, non sembra poter impensierire le contendenti per il terzo posto.  Si spera che la manovra rossonera, con il ritorno degli infortunati, primo fra tutti Montolivo, riesca con il tempo ad acquisire sempre più fluidità, mentre il lavoro di Inzaghi e Tassotti dovrà concentrarsi specialmente sulla fase difensiva, apparsa non poco in difficoltà, soprattutto sullo spauracchio delle palle inattive. La sconfitta contro la Juventus ci può stare, anzi appare quasi scontata, ma i pareggi, tra l’altro raccolti con molta difficoltà, contro Empoli e Cesena, non possono far cullare la società rossonera sugli allori solo a fronte dei numeri.

PAROLE DI STIMA – A tessere le lodi del nuovo allenatore, anche Essien, che in una recente intervista ha dichiarato: “Inzaghi ci fa divertire, ci lascia giocare, e per questo stiamo dando il nostro meglio. Ho avuto tantissimi allenatori nella mia carriera, forse Inzaghi mi ricorda Carlo Ancelotti, quando allenava il Chelsea. Anche lui ci lasciava liberi di giocare, di divertirci in campo, come sta facendo Pippo, e credo che questa sia la cosa giusta da fare. Chi mi ha sorpreso di più? Menez, penso possa crescere ancora ma è già un top player“.
Parole di stima anche da parte di Mancini: “Mi incuriosisce molto il nuovo Milan. Inzaghi è un trascinatore, il gruppo lo segue e la società gli rinnova la fiducia ogni volta che può: un mix per fare sicuramente strada”. Da ricordare che sia con Leonardo prima, che con Allegri e Seedorf dopo, i vertici del Milan non avevano mai riposto piena fiducia nell’allenatore, cosa che invece sta accadendo con Inzaghi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *