Vincenzo Galdieri
No Comments

Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco: John Guidetti come il Trap

Il giovane svedese fa suo il proverbio che rese celebre il nostro Trap e promette vendetta a Kurzawa: missione compiuta, Svezia agli Europei Under 21 e delirio della folla

Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco: John Guidetti come il Trap
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Guidetti Giovanni Trapattoni, tra i principi degli allenatori italiani.

Giovanni Trapattoni, il maestro de ‘Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco’. In Svezia-Francia U21, John Guidetti lo ha preso alla lettera

Siamo al minuto 87 di una partita che fino a quel momento è stata ‘soltanto’ epica, con una rimonta favolosa della Svezia Under 21 ai danni della più quotata baby Francia. Quella partita si trasformerà nel giro di pochi minuti in leggenda, ma ancora nessuno lo sa. Il prologo è il seguente: gara decisiva per le qualificazioni all’Europeo Under 21, all’andata la Francia rispetta il pronostico e vince facile 2-0. La giovane e temeraria Svezia però non ci sta, getta il cuore oltre l’ostacolo ed apparecchia la mega impresa: 3-0, Francia in quel momento a casa. E torniamo a quello splendido minuto 87, la nostra storia riparte da li. Riparte dal gol di Kurzawa, che sancisce il 3-1 della Francia e la virtuale eliminazione svedese per la regola dei gol in trasferta. Kurzawa, sprezzante e sbruffone, si avvicina al fenomeno svedese, John Guidetti, e gli fa un gesto inequivocabile: mano sulla testa come a dire ‘Hasta la vista baby’, del tipo ‘voi andate a casa, noi all’Europeo’. Manca poco, troppo poco per rimontare. Soprattutto perchè la Svezia ha già speso tante energie emotive per recuperare quel 2-0, e subire gol all’ultimo minuto è una beffa dalla quale difficilmente ti riprendi, se non altro per assenza di tempo a disposizione. Guidetti però non è uno qualunque. E’ uno molto convinto di se’, tant’è che in Svezia dicono assomigli caratterialmente all’idolo Zlatan. John guarda Kurzawa e lo ammonisce col dito ‘Attento, non è ancora finita’. 

NON DIRE GATTO SE NON CE L’HAI NEL SACCO: LA VENDETTA PERFETTA DI JOHN – Guidetti sembra dire “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”, alla trapattoniana maniera. Ma Kurzawa fa per non credergli, è troppo convinto ormai: la Francia è avanti, tanti saluti agli svedesi. Poi però, un minuto dopo, succede qualcosa di epico. Lewicki segna, gela la Francia, la Svezia va 4-1 per un’esplosione collettiva di gioia, gaudio e goduria allo stato puro, con uno splendido retrogusto di vendetta sportiva. E Guidetti non si fa attendere mica: va da Kurzawa, lo guarda e gli fa lo stesso gesto che il coetaneo gli aveva fatto poco prima. Hasta la vista, baby’. Lo seguono a ruota tutti i compagni, tutta la Svezia, idealmente pure tutta Europa. Perchè diciamoci la verità: in fondo in fondo, ognuno di noi ha sempre sognato una cosa cosi’.

Vincenzo Galdieri
(Twitter: @Vince_Galdieri)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *