Redazione
No Comments

Armin Zoeggeler dà l’addio allo slittino

Dopo una lunga carriera, coronata da tantissime vittorie e record, è arrivato il momento di dire basta. Armin Zoeggeler dà il suo addio allo slittino

Armin Zoeggeler dà l’addio allo slittino
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ADDIO. Si avete capito bene, il pluri campione Armin Zoeggeler da l’addio allo slittino. E’ di oggi la notizia che l’altoatesino si allontana dalla disciplina che lo ha consacrato nel mondo olimpionico. Lo fa con parole di amore ed affetto verso una nazione che lui stesso, per molti anni, ha portato sul podio facendoci sentire ogni volta sempre importanti: “Il mio istinto dopo le Olimpiadi mi ha detto che è il momento giusto per ritirarmi ma volevo essere sicuro al 100% che ciò non fosse dettato dall’emozione“.

Armin-Zoeggeler Sochi 2014

Armin Zoeggeler, portabandiera per l’Italia

IL RECORD Dopo tanti anni passati in giro per il mondo è arrivato il momento di dire basta. L’atleta italiano, all’età di quarant’anni, prende la decisione di “appendere lo slittino al chiodo”. Tante le soddisfazioni raggiunte nell’arco della sua carriera: ben 3 titoli mondiali, 4 europei e 10 Coppe del Mondo. Trofei che lo hanno affermato nel mondo di questa disciplina. Si è vero questi sono veramente tantissimi traguardi per uno sportivo ma in realtà la sua più grande soddisfazione è stata un’altra: 6 titoli olimpici raggiunti consecutivamente. Qualcosa di fantastico che lo rende unico al mondo perche nessun altro ha fatto meglio di lui o come lui.

L’ADDIO – “Dopo Sochi mi sono preso qualche mese di tempo per riflettere – ha raccontato Zoeggeler, che si è presentato in conferenza stampa a Milano in divisa da carabiniere – Ho parlato con la mia famiglia, il gruppo sportivo carabinieri, la Fisi, il Coni e naturalmente con i miei allenatori. Alla fine la decisione l’ho presa da solo Era già da tempo che aveva pensato di lasciare: “anche due anni fa, quando sono iniziati i miei piccoli dolori alla schiena e ho saltato Mondiali”. Queste le parole dell’atleta italiano che chiude definitivamente la sua carriera. Parole piene d’amore ma che, soprattutto, fanno capire come la fatica e la stanchezza abbiano influito nella decisione.

Alessandro Fulgenzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *