Riccardo Raffa
No Comments

Platini: “Moviola in campo sarebbe un disastro”. E attacca Tavecchio

Il presidente dell'Uefa sfavorevole all'introduzione della tecnologia a sostegno delle decisioni arbitrali.

Platini: “Moviola in campo sarebbe un disastro”. E attacca Tavecchio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Italia: Carlo Tavecchio, presidente della Figc

Italia: Carlo Tavecchio, presidente della Figc

Il presidente dell’Uefa, Michel Platini, commentando gli episodi arbitrali controversi accaduti in Juventus-Roma, ha voluto esprimere nuovamente la sua contrarietà alla possibile introduzione della moviola in campo: “Sono sempre le solite storie: che la Juve è favorita, che chi vince è perchè è favorito dagli arbitri. Questa Juventus-Roma non l’ho nemmeno vista, non ho visto nemmeno le immagini dei gol, dopo però ho sentito molte cose, sempre le solite…”

NO ALLA MOVIOLA – Riguardo, nello specifico, al tema dell’introduzione della moviola in campo Platini risponde così alle domande incalzanti dei cronisti: “Ne penso tutto il male possibile, sarebbe un disastro: non penso sia una bella cosa fermare il gioco ogni minuto per vedere se c’è fuorigioco o fallo, rigore, calcio d’angolo, se la decisione dell’arbitro è stata giusta o meno. Tutto questo romperebbe la fluidità del gioco, non sarebbe una bella cosa per il calcio di domani. Tuttavia si tratta di decisioni dell’International Board, nè di Tavecchio nè mie. Ma spero, per il bene del calcio, che non ci si arrivi mai”.

PLATINI CONTRO TAVECCHIO – Platini risponde, così, anche al Presidente della FIGC Carlo Tavecchio, che dopo le roventi polemiche scaturite dall’arbitraggio di Juventus-Roma si era dichiarato favorevole all’introduzione della tecnologia per dirimere i casi dubbi sul posizionamento dell’evento falloso al limite dell’area di rigore. Il presidente federale è addirittura andato oltre proponendo il campionato italiano come luogo di sperimentazione di nuove tecnologie attraverso una lettera scritta direttamente al presidente della FIFA Blatter.

L’iter burocratico appare, però, piuttosto difficoltoso: il 28 febbraio prossimo a Belfast si riunirà l’International Football Association Board, unico organo deputato a prendere la decisione finale, che potrebbe votare a favore della sperimentazione, ma potrebbe altresì richiedere ulteriori approfondimenti che stabiliscano come ci si dovrà comportare nei casi controversi, quelli nei quali neanche la moviola riesce a stabilire una sentenza certa e definitiva, eventualità non certo da trascurare come ha ampiamente dimostrato la partita dello Stadium.

Riccardo Raffa

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *