Connect with us

Focus

Londra 2012, Pistorius corona il sogno olimpico

Pubblicato

|

JOHANNESBURG,  05 LUGLIO – Oscar Pistorius corona il sogno di ogni atleta, conquistandosi un pass per le Olimpiadi di Londra 2012 ed entrando di diritto nella storia delle Olimpiadi come il primo atleta disabile ad accedere ai Giochi olimpici.

L’atleta è stato convocato dalla Nazionale sudafricana per far parte della staffetta 4×400: il ragazzo, 25enne di Johannesburg, è speciale in quanto, dopo aver subito l’amputazione degli arti inferiori, ha deciso di correre sulla pista grazie alle due protesi in carbonio costruite appositamente per lui. Ora Pistorius volerà a Londra per affrontare la staffetta 4×400 ma a fine agosto dovrà scendere in campo anche per disputare le Paralimpiadi dove negli anni precedenti ha conquistato tre ore.

La gioia del sudafricano è stata notata nel post che ha inserito il giovane atleta sul social network dei vip, su twitter infatti il ragazzo ha scritto: “Oggi è realmente uno dei più bei giorni della mia vita! Sarò a Londra per Olimpiadi e Paralimpiadi”. Nei giorni scorsi infatti il paralimpico aveva sfiorato la qualificazione nei 400 metri arrivando solamente secondo ai Campionati Africani con un 45″ 52 che non era stato sufficiente per conquistare il pass per Londra 2012. Ma a far tornare il sorriso all’atleta è stata la Federazione che ha voluto dare fiducia al ragazzo portandolo con se a Londra per la staffetta dove dovrà vedersela con altre 15 nazioni.

Il quartetto della staffetta conquistò la medaglia d’argento nei Mondiali giocati in Africa dove Pistorius non scese però in pista, in quanto fu l’escluso dell’ultima ora. Nonostante tutto Pistorius ha conquistato fino ad oggi nella sua carriera un oro nei 200 metri, un bronzo nei 100 metri ad Atene 2004 e le medaglie nei 100-200-400 metri a Pechino 2008. Anche qui Pistorius tentò di farsi ammettere alle Olimpiadi ma la Iaaf non glielo permise: ora il sudafricano potrà rifarsi, cercando di conquistare l’oro nella staffetta con i suoi tre compagni africani.

Dèsirèe Dalla Fontana

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending