Alex Rivolta
No Comments

Europei Under 21: il tracollo di Spagna, Olanda e Francia

Ha del clamoroso l'eliminazione di tre delle più quotate nazionali Under 21 ai playoff per la partecipazione al prossimo europeo di categoria del 2015

Europei Under 21: il tracollo di Spagna, Olanda e Francia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tutto ci si aspettava meno che Spagna, Olanda e Francia venissero eliminate al playoff per la qualificazione all’europeo 2015 per le nazionali under 21 ed invece queste tre squadre sono state sconfitte da avversari che almeno sulla carta erano inferiori.

guidetti

Francia eliminata dalla Svezia

CONCENTRATO DI TALENTO – Sono tantissimi i giocatori di talento che compongono queste tre squadre, solo per fare qualche nome nella Francia – da ricordare che solo un anno fa molti di questi giocatori vincevano il mondiale under 20 –  ieri giocavano l’attaccante del PSG Bahebeck – già stabilmente nel giro della prima squadra – il talentuoso difensore dell’Athletic Bilbao LaPorte ma anche il fantasista del Marsiglia capolista in patria Thauvin oltre allo juventino Coman, tutti loro sono stati annichiliti dalla Svezia che ha rifilato ai transalpini un sonoro 4-1 che non lascia spazio a recriminazioni. Sconfitta, anche se in questo caso contro una formazione più quotata – il Portogall0 – per una nazione che da sempre è fucina di talenti, quell’Olanda che ieri vedeva in campo diversi giocatori che interessano anche ad alcune squadre italiane come Maher del PSV o il difensore Kongolo che era perfino stato convocato da Van Gaal per gli scorsi mondiali brasiliani.

IL TRACOLLO DEGLI DEI – Ma il caso più clamoroso è quello della Spagna campionessa europea in carica che solo un anno fa strapazzava gli azzurri nella finale del torneo e sembrava pronta ad iniziare un nuovo ciclo vincente per la nazionale maggiore dopo quello concluso malamente pochi mesi in Brasile. Anche in questo caso la quantità di giocatori talentuosi è tantissima basti pensare a Iker Munian dell’Athletic Bilbao, al fantasista del Real Madrid Isco o perfino al nuovo Messi e cioè Munir El Haddadi, il ragazzino cresciuto nella cantera del Barcellona che ha stupito tutti nelle prime giornate di Liga e che è già stabilmente inserito nelle rotazioni di Luis Enrique. Eppure anche per loro come per la nazionale dei grandi è arrivata una sonora lezione in questo caso inferta dalla Serbia che, dopo lo 0-0 dell’andata, ha fatto il colpo in trasferta centrando il pass con la vittoria per 1-2 ed eliminando gli iberici.

Sarà dunque un torneo particolare il prossimo che non avrà un vero padrone o una favorita chiara almeno sulla carta, questo può far ben sperare per l’Italia che invece ieri è riuscita a raggiungere la qualificazione eliminando la Slovenia.

Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *