Antonio Foccillo
No Comments

Italia, le cinque peggiori partite della nazionale

Dalla Corea del Nord alla Slovacchia, l'Italia è andata incontro a figuracce ben peggiori di quella contro Malta.

Italia, le cinque peggiori partite della nazionale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pak Doo Ik elimina l'Italia dai Mondiali 1966.

Pak Doo Ik elimina l’Italia dai Mondiali 1966

La partita disputata ieri sera dall’Italia contro Malta non ha entusiasmato nessuno. Nonostante il tentativo di Conte di spostare l’attenzione di media e tifosi sulla vittoria ottenuta, la prestazione scialba degli azzurri ha fatto tornare alla mente altre terribili prestazioni della nazionale. Noi ve ne ricordiamo cinque, escludendo la freschissima sconfitta contro il Costa Rica per non infierire.

ITALIA-COREA DEL NORD 0-1

Probabilmente la partita che più fa male al nostro orgoglio. La nostra nazionale non è una delle più irresistibili e il ct Fabbri si ritrova in inferiorità numerica per l’infortunio di Bulgarelli, non sostituibile per le regole di allora. Ad estrometterci dal mondiale ci pensa il goal Pak Doo Ik.

ITALIA- COREA DEL SUD 1-2

”Again 1966” scrivevano i giornali sud coreani di allora. Addirittura la scritta campeggiava sulle tribune dello stadio. Un’altra Corea nessuno se la aspettava, ma la nazionale padrone di casa ebbe numerosi favori arbitrali. Il match sembra mettersi bene con Buffon che para un rigore, Christian Vieri ci porta in vantaggio con un colpo di testa di pura potenza. Allo scadere arriva il pareggio della squadra di Hiddink, poi entra in scena l’arbitro Byron Moreno che espelle Totti ingiustamente e prende numerose ”sviste” a sfavore degli azzurri. Il golden goal di Ahn che, incredibile a dirsi, svetta di testa su Maldini, gela un paese intero.

ITALIA-EGITTO 0-1

Confederations Cup 2009, antipasto del mondiale 2010. La nazionale attende il talento di Giuseppe Rossi, ma rivede ancora gran parte dei giocatori vincitori del mondiale precedente. Protagonista del match è sicuramente il portiere El Hadary, capace di parate spettacolari e decisive finchè al 40′ minuto su corner, De Rossi perde Homos che di testa batte Buffon.

ITALIA-NUOVA ZELANDA 1-1

La maledizione che colpisce i campioni del mondo in carica non risparmia l’Italia. E’ una nazionale quasi identica a quella di quattro anni prima, una squadra logora, che ormai aveva dato tutto. La Nuova Zelanda si ritrova quasi per caso alla chermesse Sud Africana, ma Smeltz approfitta di un errore di Cannavaro per battere Marchetti. Il pareggio degli azzurri arriva su rigore di Iaquinta, ma la partita non si schioda dall’1-1. Pareggio clamoroso che fa solo da preludio al disastro dell’ultima partita.

ITALIA-SLOVACCHIA 2-3

E’ qui che si consuma il terribile mondiale dell’Italia e il Lippi bis. La doppietta di Vittek porta gli slovacchi sul 2-0, Di Natale prova a riaprirla all’81’ ma Kopunek segna il 3-1 prima del 3-2 finale di Quagliarella. Inutile il forcing nei minuti finali, l’Italia campione del mondo è fuori.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *