Connect with us

Nazionale

Italia brutta ma vincente: a Malta decide Pellé

Pubblicato

|

Brutta Italia, a Malta decide Pellé

Brutta Italia vista con Malta. La Nazionale di Antonio Conte è sembrata stanca e priva di idee, soprattutto in fase offensiva: il reparto avanzato infatti ha prodotto ben poco, nonostante i quattro legni colpiti. A decidere la gara un gol dell’esordiente Graziano Pellé.

Il tabellino della gara:

Malta (3-5-2): Hogg 6; Agius 6,5, Camilleri 6, Alex Muscat 6,5; Paul Fenech 6, Mintoff 5,5 (27′ st Baldacchino 6), Failla 7 (93’Bezzina s.v.), Briffa 6, Rowen Muscat 6,5; Mifsud 6, Schembri 5,5. A disposizione: Haber, Vella, Grioli, Zach Muscat, Cohen, Kristensen, R. Fenech, Pisani, Scicluna, Farrugia. Allenatore: Ghedin

Italia (3-5-2): Buffon 6; Darmian 5,5, Bonucci 5, Chiellini 6; Candreva 4,5, Florenzi 5,5 (14′ st Aquilani 5), Verratti 5,5, Marchisio 6, Pasqual 6; Pellé 7, Immobile 5,5 (20′ st Giovinco 6,5). A disposizione: Sirigu, Perin, Ogbonna, Ranocchia, De Sciglio, Parolo, Poli, Pirlo, Destro, Zaza. Allenatore: Conte

Arbitro: Hategan (Romania)

Marcatori: 23′ Pellé

Ammoniti: Briffa (M); Darmian (I)

Espulsi: 26′ Mifsud (M), 28′ st Bonucci (I)

RIVIVI LA GARA

Risultati Italia offerti da Livescore.it


LE FORMAZIONI UFFICIALI:

MALTA (3-6-1): Hogg; Camilleri, Agius, Z. Muscat; Failla, Briffa, R. Muscat, Fenech, Mintoff, Schembri; Mifsud

ITALIA (3-5-2): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Verratti, Marchisio, Pasqual; Pellè, Immobile

Italia - Ciro Immobile: punto fermo per Antonio Conte

Italia – Ciro Immobile: punto fermo per Antonio Conte

La gara è una di quelle che deve concludersi con un solo risultato possibile: una comoda vittoria. La trasferta in quel di Malta sarà un remake della sfida di una anno e mezzo fa, quando una doppietta di Balotelli permise agli azzurri di aggiudicarsi una vittoria sulla carta scontata ma davvero sudata sul campo di gioco. Il capitano e bandiera maltese Mifsud, infatti, sull’1-0 per noi sbagliò un rigore che poteva farci soffrire non poco. Oggi Balotelli non c’è più, ma contro Mifsud e compagni poco cambia: i tre punti devono obbligatoriamente arrivare. Possibilmente con un gioco migliore rispetto a quello offerto contro l’Azerbaijan, dove si è rischiato di farsi male da soli. Antonio Conte va verso 3 cambi principali, mentre il nostro connazionale Pietro Ghedin, alla guida della nazionale mediterranea dal 2012, manderà in campo lo stesso 11 che ha subito 3 reti contro la Norvegia venerdì scorso.

ITALIA – Come preannunciato, l’ex allenatore della Juve opterà per tre probabili cambi rispetto all’11 titolare sceso in campo 3 giorni fa al Barbera. Fuori Pasqual, Ranocchia e Zaza, dentro Pasqual, Ogbonna e Giovinco per una squadra che potremmo tranquillamente definire “Ital-Juve”. Termine fin troppo abusato ma azzeccato in vista della gara odierna dati i 7 titolari campioni d’Italia in carica. 100% bianco-nera la difesa: Buffon tra i pali e classico trio difensivo con Chiellini e Bonucci accompagnati da Ogbonna al posto dell’interista Ranocchia. A centrocampo sulle due fasce il fiorentino Pasqual ed il torinista Darmian, mentre la cerniera in mezzo si compone di altri due juventini come Pirlo e Marchisio oltre al romanista Florenzi, unico giallo-rosso in campo. In avanti, lo abbiamo già anticipato, coppia inedita con Ciro Immobile, ex giocatore di proprietà Juve, a fare da spalla alla creatività di Sebastian Giovinco, che con Madama vuole ottenere più spazio. In panchina scalpita Graziano Pellè: ci sono ottime possibilità per vederlo esordire con la maglia azzurra

MALTA – Cenerentola del girone e reduce da un secco 0-3 con la Norvegia, il simpatico arcipelago a sud della Sicilia punterà come in ogni gara a tentare almeno di ben figurare contro una nazionale di tale blasone. Nelle ultime qualificazioni ciò era riuscito, visto che nonostante il doppio 2-0 incassato gli uomini di Ghedin erano riusciti a mettere in difficoltà gli uomini dell’allora mister Cesare Prandelli. L’allenatore veneto punta anch’egli su un 3-5-2 con Andrew Hogg, in forza ai greci del Kalloni, in porta, difesa a 3 con Muscat, Agius e Camilleri, centrocampo che vede sulle fasce i due fratelli Fenech: Ryan e Paul. In mezzo Briffa, Failla e Rowen Muscat, in forza al Dunajvaros, squadra ungherese di prima divisione. In avanti, ad affiancare la “leggenda” Mifsud (discreta carriera in Inghilterra e Germania), c’è Andrè Schembri, militante nella seconda divisione tedesca con l’FSV di Francoforte.

STATISTICHE – 6 i precedenti tra le due nazionali. Detto dei recenti due confronti per un ticket in Brasile, nelle altre 4 gare sono sempre arrivate vittorie azzurre. Bilancio impietoso anche dal punto di vista delle reti segnate: 19 messe a referto dagli azzurri, appena 2 per i bianco-rossi. Spicca un 6-1 del 24 marzo 1993, gara valevole per le qualificazioni ai Mondiali di USA 1994. Doppietta di Mancini, gol di Baggio e Signori e gloria pure per Vierchowod e Maldini

QUOTE – Se pensate possa essere il vostro giorno fortunato, allora provate a puntare un euro sull’1 di Malta. La quota è fissata a 30. Pareggioa 12, vittoria azzurra al limite della quotazione: appena 1,05.

Enrico Cunego

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending