Antonio Foccillo
No Comments

Champions League, riforma nei sorteggi delle teste di serie

Il direttivo Uefa varerà nel prossimo consiglio il nuovo sorteggio delle teste di serie per la Champions League. Più merito a chi vince i tornei nazionali.

Champions League, riforma nei sorteggi delle teste di serie
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Real Madrid, vincitrice dell'ultima Champions League

Real Madrid, vincitrice dell’ultima Champions League

La Champions League cambia volto, anzi, sorteggio. Ad annunciarlo è il segretario generale Gianni Infantino in occasione del convegno “Leaders in Football” a Londra, presentando il nuovo progetto che il consiglio direttivo intende varare.

CAMPIONI D’EUROPA E DEI PRIMI SETTE CAMPIONATI AL COMANDO – Dalla prossima stagione, l’urna delle teste di serie infatti, vedrà un’importante novità. Non verranno più inserite le squadre in base al loro coefficiente Uefa, bensì saranno inseriti campioni d’Europa e i vincitori dei primi sette campionati del ranking Uefa: Spagna, Inghilterra, Germania, Italia, Portogallo, Francia e Russia.

Ecco le parole di Infantino : “Questa norma sarà ratificata dal prossimo Esecutivo in vista della prossima stagione. I vincitori della Champions saranno la testa di serie numero uno e nella prima urna non ci saranno le sette squadre meglio piazzate come coefficiente ma i sette campioni dei primi sette Paesi del ranking Uefa. Darà un’altra dinamica al sorteggio e alla composizione dei gironi: era giusto dare un premio a chi vince il proprio campionato e dall’altro lato era un po’ difficile capire perché una squadra campione non fosse con i migliori o fosse in un’urna diversa rispetto alla terza classificata dello stesso campionato. E’ giusto dare a chi ha vinto il proprio torneo un trattamento speciale”.

COME CAMBIANO LE TESTE DI SERIE – Si proverà quindi a premiare anche squadre di campionati che difficilmente avrebbero potuto ambire ad essere tra le prime otto dei sorteggi, venendo cosi gratificati ulteriormente dalla vittoria del proprio titolo nazionale. Ma soprattutto si eviterà di vedere tre squadre della stessa nazione nella stessa urna come quest’anno ( Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona) o vedere squadre come Chelsea e Arsenal nella prima urna e non il Manchester City campione d’Inghilterra. Anche l’Italia, il Portogallo, la Francia e la Russia potranno così godere di una testa di serie, che nella stagione in corso sarebbero state Juventus, Benfica, Psg e Cska Mosca. Una Champions League quindi più eterogenea, sperando che a beneficiarne sia soprattutto lo spettacolo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *