Redazione
No Comments

Manuel Pucciarelli, ragazzo della porta accanto

Tre gol in sei partite hanno acceso i riflettori su un ragazzo semplice, senza grilli per la testa

Manuel Pucciarelli, ragazzo della porta accanto
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Manuel Pucciarelli è il simbolo della semplicità; classe 91′ cresciuto nella cantera dell’Empoli dove ha esordito in Serie B, e lo scorso anno ha dato un contributo importante alla promozione in Serie A. Per lui solo una parentesi nel Gavorrano (Seconda Divisione) dove in 17 presenze riuscì a fare dieci gol. A livello tattico può fare sia il trequartista che la seconda punta, ideale nel 4-3-1-2 di Sarri ma potrebbe anche dare il suo contributo in un 4-3-2-1. E’ venuto agli onori della cronaca per aver segnato 3 reti in 6 partite al suo esordio assoluto nella massima serie, gol che non hanno cambiato Manuel Pucciarelli. Lo potremo definire il ragazzo della porta accanto, vive il suo tempo libero con una semplicità disarmante; diviso tra la sua ragazza e la playstation come un coetaneo qualsiasi.

Maurizio Sarri, tecnico dell'Empoli.

Maurizio Sarri, tecnico dell’Empoli di Pucciarelli

UN RAGAZZO UMILE – Lui stesso è sorpreso del suo rendimento in questo inizio stagione, sia a livello personale che dell’Empoli che finora ha sempre giocato bene ad eccezione della partita di Verona. Molti pensavano che “El Ninho” (questo è il soprannome che gli viene dato dallo spaeker del Castellani), potesse far bene anche in serie A. Per lui la serie A è una grande emozione; prima della partita con la Roma si auspicava di scambiare la maglia con Francesco Totti (il quale però non giocò). Per lui Milanista fin da bambino ed estimatore di Andrey Shevchenko, il primo gol è arrivato proprio contro i rossoneri, un episodio da libro cuore. La rete con il Palermo di domenica ha coinciso con la corsa verso Ciccio Tavano, il quale era in panchina. Dimostrando che la forza di questo Empoli è il gruppo, e dalle sue parole si capisce la sua semplicità e umiltà: ” Dobbiamo migliorare e continuare su questa strada”. Non sono parole banali ma rappresentano l’essenza di un ragazzo acqua e sapone come Manuel Pucciarelli.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *