Dario Di Ponzio
No Comments

Clement Grenier: nuovo Zidane o nuovo Gourcuff?

Tra i tanti giovani in ascesa in Francia c'è anche Clement Grenier, in bilico tra Zidane e Gourcuff.

Clement Grenier: nuovo Zidane o nuovo Gourcuff?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La nuova generazione calcistica Francese continua a disseminare fantasisti tutti da scoprire.
Tra Thauvin, Coman, Alessandrini e altri giocatori ancora in attesa di precisa definizione alberga anche Clement Grenier, nome ben più abituale dei precedenti nelle cronache internazionali ma che, allo stesso tempo, sembra anche quello meno inquadrato in ottica futuribile.

TRA “NONNISMO” E TALENTO – Passato nel 2002 nelle giovanili del Lione, Grenier ha completato tutta la trafila firmando nel 2008 il suo primo contratto da professionista della durata di tre anni, riuscendo ad esordire un anno dopo nel successo per 2-1 contro il Tolosa.
Grenier è appunto, un talento precoce, e cosi si ritrova convocato nella spedizione della nazionale francese Under-19 negli europei casalinghi.
L’impatto di Grenier è deludente rispetto le attese, un rigore sbagliato e una partecipazione poco attiva nel successo finale francese.
Il ritorno a Lione è segnato da un continuo alternarsi e dallo scontro con gli “anziani” dello spogliatoio.
Grenier subentra a Nizza in modo disastroso consentendo agli avversari un pareggio in rimonta e la punizione arriva direttamente da Cris l’allenamento successivo con un entrata durissima a cui non seguono scuse.

Garde

Remi Garde,  fautore dell'”esplosione” di Grenier

LA SVOLTA GARDE – L’arrivo di Remi Garde anticipa il cambio generazionale a Lione.
Stop a spese folli e si a cessioni anche dolorose per valorizzare i giovani (tra cui specialmente Pjanic).
Grenier è quello ne approfitta maggiormente, ritrovandosi titolare e fulcro del gioco di Garde grazie a uno spostamento di posizione più centrale.
Inizio da urlo in Ligue 1 e Champions League vissuta sorprendendo tutti.
Incominciano a sprecarsi i paragoni con il monumento Zidane ma anche con Gourcuff, suo dirimpettaio al Lione e che, però, ad oggi sembra il paragone più vicino a Grenier.
Continui problemi fisici, enorme talento ma anche enorme discontinuità hanno incrinato temporaneamente il grande salto per Clement.

FUTURO ITALIANO? – Diversi i club che si sono interessati a Grenier, anche se ad oggi tra JuveMilan e Inter sembra proprio il Milan la squadra ne potrebbe maggiormente beneficiare.
La posizione prediletta di Grenier infatti è la trequarti, posizione al momento non utilizzata da Juventus e Inter a differenza del modulo di Inzaghi, oltre a buone possibilità di ricavarsi il proprio spazio da mezz’ala ma: se giocatori come Hernanes continuano a faticare all’Inter (ben più forti) e, nella Juventus, si preferiscono incursori anziché registi avanzati, lo spazio rimane attuabile solo nella Milano rossonera.

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *