Kevin Brunetti
No Comments

Portland Trail Blazers: Lillard e Aldridge, the show must go on

I Trail Blazers sono stati la sorpresa della passata stagione, adesso Portland è pronta a volare più in alto, ovviamente sulle ali delle sue stelle: Lillard e Aldridge

Portland Trail Blazers: Lillard e Aldridge, the show must go on
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella passata stagione i Blazers hanno sorpreso un po’ tutti. I ragazzi di coach Terry Stotts infatti hanno chiuso la regular season con un ottimo 54-28, e sono stati eliminati al secondo round di playoff solo da coloro che si sarebbero poi laureati campioni, gli Spurs di Gregg Popovich. I mostri sacri della splendida stagione di Portland sono stati due, Damian Lillard e LaMarcus Aldridge, ma non hanno fatto tutto da soli.

LaMarcus Aldridge e Damian Lillard, pronti a caricarsi i Blazers sulle spalle anche in questa stagione

LaMarcus Aldridge e Damian Lillard, pronti a caricarsi i Blazers sulle spalle anche in questa stagione

ALL STAR – I maggiori artefici dell’exploit della franchgia dell’Oregon sono i suoi All-Star, Damian Lillard e LaMarcus Aldridge. Il playmaker di Oakland si è migliorato ulteriormente raggiungendo un’impressionante media di 20.7 punti a partita, conditi ulteriormente da 5.6 assist per sfida. Indispensabili sono stati anche i numeri di Aldridge, il big man ha infatti messo a referto una media di 23.2 punti, 11.1 rimbalzi e 2.6 assist. Cifre da capogiro per entrambi, cifre che hanno permesso ai due di mettersi ulteriormente in mostra all’All Star weekend di New Orleans. Weekend in cui Damian Lillard si è tolto lo sfizio di essere stato il primo giocatore della storia ad essere convocato per tutti gli eventi All Star: “Rising Stars Challenge”, “Slam Dunk Contest”, “Three Point Shootout”, “Skills Challenge” e “All Star Game”.

QUINTETTO COLLAUDATO – Dopo una stagione simile i Blazers hanno scelto di muoversi pochissimo in questa offseason, gli unici movimenti degli di essere sottolineati sono infatti la cessione di Mo Williams e la firma dell’ex Lakers Chris Kaman. Lo starting five di coach Stotts è ormai quindi più che consolidato: Lillard-Matthews-Batum-Aldridge-Lopez. I Blazers si sono messi in ottima luce in fase offensiva nella passata stagione, raccogliendo medie notevoli: 106.7 punti realizzati di media (quarta forza dell’NBA). Ma per la svolta serve migliorare in difesa, 102.8 punti subiti di media sono troppi per potersi candidare a contender. Si riparte quindi dagli stessi uomini dell’anno scorso, con un anno di rodaggio in più e con una maggiore attenzione in difesa. Per i ragazzi di Stotts il definitivo salto di qualità sembra a portata.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *