Antonio Casu
No Comments

La provocazione di Tinkoff: i Fab Four nei tre Grandi Giri

Il patron dell'omonima squadra mette sul piatto un milione di euro per convincere Nibali, Contador, Quintana e Froome a partecipare a Giro, Tour e Vuelta

La provocazione di Tinkoff: i Fab Four nei tre Grandi Giri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Una sfida, una provocazione, o se si preferisce, una pazzia. Oleg Tinkoff, patron dell’omonimo team, sogna di veder partecipare (nella stessa stagione) il  gotha del ciclismo mondiale a tutti e tre i Grandi Giri. Per riuscire nell’impresa ha messo sul piatto un milione di euro, montepremi che i Fab Four (Nibali, Quintana, Contador e Froome) si spartirebbero, oppure andrebbe al meglio piazzato. Il magnate russo è già in contatto con Astana, Movistar e Team Sky per concretizzare il progetto.

Alberto Contador ha vinto l'ultima Vuelta con la maglia della Saxo-Tinkoff

Alberto Contador ha vinto l’ultima Vuelta con la maglia della Saxo-Tinkoff

LA CIMA PIÙ ALTA – La proposta è molto più di una semplice trovata pubblicitaria: è un modo per sfidare la storia del ciclismo. Ad oggi, nessuno ha mai vinto Giro, Tour e Vuelta nello stesso anno. Sei sono riusciti in anni diversi (Merckx, Hinault, Anquetil, Contador, Gimondi e Nibali), qualcuno è riuscito a vincerne due nello stesso anno, ma il tris è un’altra cosa. È un’impresa da titani, difficilissima nel ciclismo del passato ed impossibile ai giorni nostri. Tuttavia, il percorso del Giro 2015 è più semplice rispetto a quello degli ultimi anni, e se gli organizzatori di Tour e Vuelta facessero altrettanto (improbabile, soprattutto nel secondo caso), aumenterebbero le possibilità di veder concretizzato il progetto.

LE PAROLE DI TINKOFF – “A finanziare l’operazione sarà la mia banca, la Tinkoff Credit System, dice l’appassionato magnate russo. “Per il mio management si tratta di un’ottima operazione di marketing. Ma questo è un aspetto secondario… Alla base c’è la mia voglia di rivedere i più grandi campioni misurarsi nelle tre più importanti corse dell’anno. Devono tutti fare uno sforzo per mettersi in gioco.  Abbiamo già presentato il progetto a Sky e Astana, e con Froome ho parlato personalmente. Dobbiamo incontrare la Movistar per Quintana, ma sono fiducioso. Sarebbe l’evento dell’anno”. Il ciclismo è bello per questo: oltre a sfidare sé stessi, gli atleti si confrontano continuamente con la storia. Uno dei Fab Four diventerà il più forte di sempre? Ai posteri l’ardua sentenza.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *