Matteo Masum
No Comments

Toh, chi si rivede! Di Matteo nuovo allenatore dello Schalke 04

Una FA Cup ed una Champions League in bacheca: il tecnico italiano è pronto a stupire ancora

Toh, chi si rivede! Di Matteo nuovo allenatore dello Schalke 04
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Era finito un po’ nel dimenticatoio, nonostante nella sua breve carriera da allenatore (5 stagioni, di cui solo due complete) avesse messo in bacheca una FA Cup ed una Champions League. Adesso, Roberto Di Matteo ha la grande occasione per tornare alla ribalta, sulla panchina dello Schalke 04, che lo ha scelto per sostituire Jens Keller, dopo un avvio di stagione a dir poco sconcertante. Attualmente, infatti, il club della Renania Settentrionale naviga in pessime acque: undicesimi in campionato a -9 dal Bayern e secondi nel proprio girone di Champions League con 2 punti, a pari merito con il Maribor.

UN LAMPO E POI IL NULLA – L’esperienza da allenatore di Di Matteo è stata, fino ad ora, breve, contraddittoria, intensa. Con il MK Dons e, soprattutto, con il WBA aveva lasciato intravedere ottime doti manageriali, salvo poi incappare in una brutta stagione proprio con gli Albion, conclusasi anzitempo con l’esonero. Quando Abramovich decise di affidargli il Chelsea dopo la pessima gestione di Villas Boas, nessuno aveva immaginato che potesse essere la scelta più azzeccata del magnate russo da quando è proprietario del club londinese. Forse, nemmeno lo stesso Di Matteo. Dopo la scorpacciata FA Cup-Champions League, tuttavia, il tecnico italiano ha subito nuovamente l’onta dell’esonero, sparendo dai radar del calcio che conta.

UNA DIFFICILE RISALITA – Ora, ecco lo Schalke 04. Difronte, Di Matteo ha una duplice sfida, tutt’altro che agevole. Da un lato, è chiamato a riportare in alto una squadra con il morale sotto le scarpe, dall’altro, ma i due obiettivi sono inevitabilmente collegati, riaccendere la propria stella, fulgida e brillante solo per una stagione. Le qualità per riuscire nell’impresa ci sono tutte. Intelligenza tattica, indiscutibili qualità umane, duttilità e capacità di entrare nella testa dei giocatori. Queste sono, a dette di tutti, le migliori caratteristiche di Roberto Di Matteo. Bastarono ad un Chelsea disastrato per vivere la stagione più esaltante della sua storia. I tifosi dello Schalke 04 si staranno già fregando le mani.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *