Antonio Guarino
No Comments

Serie B: la Top 11 della settima giornata

Lanciano e Trapani le squadre più rappresentate, con due elementi a testa nella formazione di giornata. Il capocannoniere Castaldo alla guida dell'attacco dopo la spettacolare doppietta nel pari del suo Avellino sul campo della Ternana.

Serie B: la Top 11 della settima giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

23 reti segnate in 11 incontri disputati, di cui tantissime di pregevole fattura. E’ questo il bottino con cui si è chiusa la settima giornata di Serie B, che incorona il Perugianonostante la sua prima sconfitta rimediata a La Spezia – ancora capolista del campionato, anche se dietro la bagarre si fa fitta e promette, per il prosieguo, tantissime emozioni e colpi di scena. Immergiamoci, quindi, in questa Top 11 schierata con un fantacalcistico 3-4-3.

GOMIS (Trapani) – Per un portiere la pazienza è la virtù più importante da possedere, perché quando arriva il tuo momento non puoi non farti trovare pronto. E’ questo il caso di Lys Gomis, estremo difensore del Trapani che – alla prima da titolare – si rivela decisivo ai fini della vittoria finale con un paio di interventi decisivi proprio negli ultimi minuti di gara. Se il Latina manca l’appuntamento col ritorno al successo, il merito (o la colpa) è anche e soprattutto sua.

BERNARDINI (Livorno) – Se a sbloccare una partita dura e maschia come quella contro il Crotone ci pensa un difensore, allora quel gol vale probabilmente il doppio rispetto ai tre punti in palio. Preciso in fase difensiva, il biondo centrale di Domodossola trova fortuna spingendosi in avanti, confermandosi uno degli elementi di maggior affidamento della compagine toscana di Carmine Gautieri.

MAMMARELLA (Lanciano) – Il buon Carlo ha un rapporto privilegiato con la nostra Top 11. D’altronde, il suo mancino sempre affilato crea grattacapi ogniqualvolta viene messo in azione e la retroguardia del Cittadella ne sa qualcosa in merito. Spinge con costanza sulla sua fascia di competenza, servendo l’assist per la seconda rete di giornata del compagno di squadra Vastola.

PICCOLO (Spezia) – Il centrale scuola Juventus sfodera una prestazione eccellente nel suo esordio con la maglia della formazione ligure. I tre mesi di inattività non si notano affatto e guida con ordine, carisma ed attenzione la sua retroguardia nella vittoria contro la capolista Perugia. Con Felice, il campionato di Serie B ha fatto un grandissimo acquisto!

PORCARI (Carpi) – La favola della squadra modenese passa soprattutto per la generosità del proprio baluardo di centrocampo, che sta inanellando prestazioni di alto valore una dietro l’altra. Nello scontro diretto con la Pro Vercelli, si erge a diga davanti alla difesa e lotta su ogni pallone: la fatica è un concetto che non appartiene al mediano del Carpi!

PAGANINI (Frosinone) – L’ala ciociara non ha solo il merito di realizzare la rete decisiva nel match contro il Catania. E’ una spina costante nel fianco della difesa sicula, in cui semina il panico in almeno tre circostanze. Qualità e quantità si abbinano perfettamente in questo giovanissimo prospetto nato e cresciuto proprio nel settore giovanile del Frosinone: chapeau!

VIOLA (Ternana) – Sulle qualità e sulla duttilità del giocatore non ci sono mai stati dubbi. Dopo essersi fatto apprezzare con la maglia della Reggina, Nicolas è finalmente riuscito a trovare quella continuità che da tempo gli mancava per mettere in mostra tutte le sue qualità. La Ternana fa tantissimo affidamento su di lui, e la perla su punizione contro l’Avellino è il classico esempio di giocata che tutti si attendono possa partire da piedi raffinati e gentili come i suoi.

VASTOLA (Lanciano) – E’ l’eroe di questa settima giornata di Serie B. Distribuisce dosi di aspirina all’intera difesa del Cittadella, che non riesce mai a fermarne i letali inserimenti con cui mette a segno una tripletta fantastica (la prima in carriera) con cui regala i tre punti al suo Lanciano. Una partita che il 36enne tornante di Pompei non dimenticherà di certo così facilmente.

Mancosu festeggia il suo gol con cui il Trapani ha battuto il Latina

Mancosu festeggia il suo gol con cui il Trapani ha battuto il Latina

MANCOSU (Trapani) – Matteo non ha bisogno di presentazione alcuna ed i suoi gol, sempre pesanti e decisivi, parlano per lui. Si fionda come un rapace sull’errato disimpegno della difesa del Latina, conquista il rigore decisivo – che poi realizza – e fa espellere il portiere avversario. Le sorti del Trapani, anche quest’anno, passano dalla sua fame di gol e vittorie!

MANIERO (Pescara) – La seconda tripletta di giornata la realizza l’attaccante napoletano del Pescara, protagonista assoluto nel 4-0 con cui i biancocelesti disintegrano la Virtus Entella all'”Adriatico” e rialzano la china in classifica dopo il deludente e difficile avvio di stagione. Freddo in occasione del rigore, perfetto sulle altre due realizzazioni. Fa tanto gioco sporco, si sacrifica per la squadra ed esce tra gli applausi dei suoi tifosi.

CASTALDO (Avellino) – E’ l’autentico trascinatore dei Lupi, capocannoniere della “Cadetteria” ed uomo ovunque dal fiuto del gol incontenibile. Da applausi la rovesciata con cui realizza il momentaneo 1-1 nella sfida del “Liberati” contro la Ternana, cui farà seguito il penalty trasformato nel finale con cui i biancoverdi riacciuffano il pari e rimangono lassù, nelle zone alte della classifica. Con un Gigi così, in Irpinia sognare è più che lecito!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *