Connect with us

Football

Pagelle Lazio-Sassuolo 3-2: Candreva e Berardi show

Pubblicato

|

Antonio Candreva, miglior assistman della Serie A

La Lazio vince la seconda gara consecutiva, ai danni del Sassuolo di Eusebio di Francesco. La squadra di Pioli domina, ma mostra delle preoccupanti amnesie difensive a causa delle quali subisce due reti. Finisce infatti 3-2 con gol di Mauri, Djordjevic e Candreva per i biancocelesti e doppietta di Berardi per i neroverdi.

LAZIO

Marchetti 5,5: Ha colpe sul primo gol di Berardi, quando si fa sorprendere da un tiro centrale seppur ravvicinato. Il rigore può solo intuirlo. Al 90′ para su Longhi e tiene in piedi i suoi

Cavanda 6: Rientra da titolare dopo un lungo stop. Gara senza patemi, soffre Sansone ma nella ripresa trova le contromisure

Cana 5: Un pò per l’espulsione, un pò per le amnesie difensive che permettono prima a Berardi e poi a Zaza di segnare e sfiorare il pareggio

De Vrij 6,5: Tiene in piedi la baracca, fermando un paio di  contropiedi da ultimo uomo. Sopperisce ai buchi creati dai compagni di reparto.

Braafheid 6: Voto a metà tra la fase difensiva, non impeccabile, e quella offensiva, laddove è stata una piacevole sorpresa

Onazi 6,5: Corre per tre, quantità e grinta da vendere. Nel centrocampo di rottura di Pioli è perfetto. Innesca il gol dell’ 1-0 di Mauri

Parolo 6,5: Metronomo tattico di una mediana che senza Biglia e Ledesma perde inevitabilmente qualità. Consigili gli nega un paio di volte la gioia del gol

Mauri 7: Un gol che spazza via tutto, timori e malumori compresi. E’ un giocatore imprescindibile per la Lazio, in quanto a leadership e qualità (dal 51′ Ciani 5,5: Chiamato a sostituire l’espulso Cana, non è che se la cavi poi tanto meglio)

Lulic 6: Lui è uno che si spende. Lo vedi indistintamente vicino alle opposte aree di rigore. Perde poi in qualità e lucidità. Ma tanto sacrificio

Candreva 7,5 (IL MIGLIORE): Letale nelle ripartenze, è l’arma in più diquesta squadra. Assist per Djordjevic, gol del 3-1 momentaneo e tante giocate in mezzo al campo nei momenti decisivi (dal 76′ F. Anderson s.v.)

Djordjevic 7: Quarto gol in due partite. Stavolta trova il colpo di testa che potrebbe ammazzare la partita. (dall’ 84′ Klose 5,5: sarà dura per Miro quest’anno. Se poi, sbagli solo davanti a Consigli…)

SASSUOLO

Consigli 6,5: Nonostante i tre gol presi, gara più che sufficiente. Sventa almeno altre quattro situazioni pericolose

Gazzola 5,5: Quando Candreva va dalle sue parti fa un pò quello che vuole. Chiamato a sostituire Vrsaljko, non sfigura ma nemmeno brilla

Antei 5: Male. Si perde Djordjevic sul momentaneo 2-0 e partecipa al disastro difensivo del terzo gol biancoceleste

Cannavaro 5: Non esce su Mauri in occasione del primo gol ed è colpevole di un buco pazzesco in occasione del 3-1, quando Candreva è liibero da zero metri di stoppare e segnare

Peluso 4,5: Il solito CR (Candreva e non Cristiano Ronaldo) lo infila da tutte le parti. Si fa pure espellere

Biondini 5,5: Soffre la superiorità laziale a centrocampo, ma soprattutto viene preso in mezzo da Lulic e Parolo. Lo scacchiere tattico di Di Francesco scricchiola dalle sue parti (dal 51′ Missiroli 7: E’ l’anima della squadra. Suona la carica, copre, rincorre e imposta. Gran partita di cuore)

Magnanelli 6: Fa quel che può, cercando di impostare e fungere da frangi flutti. Ci riesce con sufficienza

Taider 5: Semplicemente un fantasma (dal 60′ Longhi 6,5: Bell’impatto sulla gara. Sfiora il gol del 3-3)

Berardi 7,5 (IL MIGLIORE): A parte i due gol, fa poco altro. Ma tanto basta. Torna dalla squalifica con una doppietta. 7 su 7 in Serie A dal dischetto

Zaza 6,5: Il palo gli nega la gioia del 2-2 che avrebbe forse cambiato la partita. Tanto movimento e la solita voglia

Sansone 7: Una spina nel fianco per la difesa biancoceleste, specie nella prima frazione (dal 70′ Floro Flores 6: Partecipa all’assedio finale senza pericolosità)

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending