Redazione
No Comments

Milan-Chievo Verona 2-0: Inzaghi sulla cresta dell’Honda

I rossoneri ritrovano la vittoria - e la porta imbattuta - in una gara complicata decisa da episodi

Milan-Chievo Verona 2-0: Inzaghi sulla cresta dell’Honda
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Inzaghi opta per Torres, Menez, Honda e Bonaventura insieme dal 1′; veneti con il tris di ex Birsa-Paloschi-Maxi Lopez.

17′ Honda al limite per Fernando Torres, tiro sporcato da Bonaventura che sfiora così il palo lontano.

32′ Radovanovic dai 30 metri, tiro centrale, Abbiati senza problemi.

39′ Corner per il Milan. Bonaventura servito in area, tocca al centro, confusione in area del Chievo, Bardi si arrabbia coi suoi.

Fine primo tempo. Milan-Chievo 0-0, partita bloccata, poche occasioni da rete, veneti ben messi in campo.

Comincia la ripresa, nessun cambio durante l’intervallo.

55′ GOL DEL MILAN. Muntari sblocca la gara con un sinistro sporco dai 25 metri su una ribattuta corta della difesa gialloblu. Milan-Chievo 1-0.

63′ Lancio di de Jong tocco al centro di Abate, Honda manca l’appuntamento con il pallone per un soffio.

66′ Esce un deludente Birsa, al suo posto il connazionale Dejan Lazarevic.

67′ Guizzo di Menez che dal vertice destro fa partire un diagonale potente su cui Bardi si oppone con la faccia.

68′ Menez forte in mezzo dalla destra, Torres nell’area piccola spara a campanile, Cofie di testa spazza in angolo.

70′ Occasione Chievo. Ripartenza clivense tre contro uno, Lazarevic si fa tutto il campo e davanti ad Abbiati sbaglia tutto incespicando sulla sfera.

74′ Finisce la brutta partita di Fernando Torres, entra El Shaarawy.

75′ GOL DEL MILAN. Punizione da favola di Keisuke Honda: Milan-Chievo 2-0, game over a San Siro

81′ Abate dalla destra, Menez svetta oltre Frey ma di testa non inquadra la porta.

82′ Honda esce tra gli applausi, al suo posto Andrea Poli.

89′ Scampoli di gara per Essien, gli fa spazio Sulley Muntari.

90′ Bellomo in profondità per Paloschi che tenta il pallonetto su Abbiati, il portiere rossonero non si fa beffare e blocca facile.

91′ Ancora Bellomo al centro per Paloschi che si gira ma il suo destro finisce direttamente sul viso di Rami.

94′ El Shaarawy se ne va sulla linea di fondo e serve una palla d’oro che Bonaventura spreca a lato.

Muntari e Honda stendono un Chievo che si sveglia solo nel finale con l’ex Paloschi. Honda migliore in campo. Il Milan sale a quota 11, Chievo Verona fermo a 4.

FORMAZIONI UFFICIALI:

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Alex, Rami, De Sciglio; Muntari, De Jong, Bonaventura; Honda, Torres, Menez. A disposizione: Agazzi, Gori, Albertazzi, Armero, Bonera, Mexes, Essien, Zaccardo, Poli, El Shaarawy, Pazzini, Niang. Allenatore: Filippo Inzaghi.

CHIEVO (4-3-1-2): Bardi; Frey, Dainelli, Zukanovic, Biraghi; Radovanovic, Cofie, Hetemaj; Birsa; Paloschi, Maxi Lopez. A disposizione: Bizzarri, Seculin, Sardo, Cesar, Edimar, Mangani, Kupisz, Bellomo, Meggiorini, Lazarevic, Pellisier. Allenatore Eugenio Corini.

IL PREPARTITA DI MILAN-CHIEVO

La prova del nome per Filippo Inzaghi e il suo Milan contro il Chievo Verona nel secondo posticipo della sesta giornata di Serie A. Il presidente Silvio Berlusconi ha rinnovato la fiducia all’allenatore rossonero dopo gli ultimi passi falsi in campionato, dall’altro lato le foto scattate ieri nel backstage di Milanello mostrano un ambiente sereno e un gruppo unito.

Filippo Inzaghi schiera il classico 4-3-3 con Alex che torna al centro della difesa con il titano Rami. A centrocampo conferme per Jack Bonaventura, mentre in attacco Honda e Fernando Torres faranno compagnia a Menez, recuperato in extremis dallo staff medico di Milan Lab. Panchina per un El Sharaawy in piena crisi di identità.

Con il turno infrasettimanale abbiamo potuto lavorare poco e questa squadra ha bisogno del lavoro infrasettimanale. Siamo contenti – ha dichiarato ieri Filippo Inzaghi – di tornare a giocare davanti ai nostri tifosi, abbiamo bisogno del calore della nostra gente”. Su Menez: “E’ recuperato, poi valuteremo la formazione dopo l’allenamento di oggi. Milan-Chievo è una partita difficile, il Chievo poche settimane fa ha vinto a Napoli e non si fa facilmente, sarà una bella gara, ma giocheremo a San Siro e questo ci aiuterà”.

Eugenio Corini risponde con il 4-3-2-1. La gara di San Siro sarà un match chiave per i clivensi alla ricerca di punti salvezza. Fari puntati sul nerazzurro Bardi e, soprattutto, su Paloschi che guiderà l’attacco sostenuto dall’altro ex Birsa e da Lazarevic.

Non c’è un momento peggiore di un altro per affrontare una squadra, ma conta quello che riesci a costruire nell’arco di una stagione. Oggi affronteremo il Milan, ovvero sia una squadra che è partita molto bene ed è reduce da due pareggi ottenuti fuori casa in cui ha dimostrato carattere rimontando il doppio svantaggio contro l’Empoli ed ha dispuntato un ottimo primo tempo a livello di intensità e qualità contro il Cesena”, ha dichiarato l’allenatore clivense in conferenza stampa.

@SportCafe24

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *