Davide Terraneo
No Comments

Fantacalcio, consigli per la sesta giornata

La sfida al vertice tra Juve e Roma mette in crisi chi ha puntato sulle rose delle due squadre. Meglio ripiegare sugli attaccanti di Milan e Lazio

Fantacalcio, consigli per la sesta giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo la parentesi europea torna il momento di pensare al fantacalcio, con la sesta giornata che potrebbe riservare molte sorprese. Infatti il big match tra le due dominatrici Juventus e Roma mette in discussione l’efficacia di una squadra composta da attaccanti bianconeri o giallorossi, in quanto la possibilità di segnare è sicuramente ridotta e fallire porterebbe voti piuttosto bassi. Dopo aver studiato attentamente le probabili formazioni, è il momento di analizzare la giornata e scegliere con attenzione i giocatori giusti.

Filip Djordjevic, bomber della Lazio, può essere l'uomo su cui puntare nella sesta giornata di fantacalcio

Filip Djordjevic, bomber della Lazio, può essere l’uomo su cui puntare nella sesta giornata di fantacalcio

INZAGHI ALE’ – Primi indiziati per poter portare voti alti e una buona quantità di bonus sono i membri del tridente del Milan di Inzaghi, che stasera ospiterà il Chievo, formazione di certo non impenetrabile considerato l’elevato potenziale offensivo dei milanesi. Ecco perché dare fiducia a Honda, El Shaarawy e Torres potrebbe rivelarsi una scelta vincente, con reti e assist molto probabili. Allo stesso modo l’impegno della Lazio, che ospita il Sassuolo, non sembra particolarmente proibitivo, e sperare in un’altra grande prestazione di Djordjevic non è un sogno irrealizzabile. Meritano fiducia anche gli uomini di Stramaccioni, che ricevono il Cesena e hanno il potenziale giusto per far male con Di Natale e non subire: Karnezis finora è stato una sicurezza. Occasione d’oro anche per chi possiede come rincalzo una punta di Empoli o Palermo, che nel lunch match potrebbero farsi male a suon di goal.

POSTICIPI IMPREVEDIBILI – Per un curioso scherzo del calendario, le quattro squadre italiane impegnate in Europa League si affrontano nei posticipi di domenica, con Fiorentina-Inter e Napoli-Torino che concluderanno la giornata. Data la lunga serie di impegni affrontati dalle formazioni nell’ultimo mese, è possibile ipotizzare due partite piuttosto legnose e caratterizzate da una scarsa inventiva dei giocatori di fantasia. Può dunque pagare mettere Handanovic, Neto o Rafael, mentre fidarsi ciecamente delle punte di queste squadre può rivelarsi un errore. Così come i mediani dei viola e dei granata, che (anche a causa degli infortuni) non avendo un numero adeguato di ricambi potrebbero pagare la stanchezza con una prestazione sottotono e ricca di falli.

JUVE-ROMA – Ma davvero è il caso di rinunciare ai vari Tevez, Llorente e Totti? Non è strettamente necessario, ma se la vostra squadra presenta delle valide alternative potrebbe essere corretto considerare le varie opzioni a vostra disposizione. E’ facile prevedere una partita nervosa, difficile da sbloccare e con pochi spazi. Dunque uno come Gervinho non dovrebbe trovare metri per le sue cavalcate, mentre Totti e Tevez possono risolvere l’incontro da un momento all’altro. Non dovessero farlo, l’insufficienza è molto probabile. Allo stesso modo la difesa di chi perde rischia di essere costellata di 5, mentre i centrocampisti di entrambe le squadre sono a serio pericolo di ammonizioni. Se possibile potrebbe essere meglio dare spazio a un giocatore di una squadra di media classifica, impegnato in una sfida meno decisiva. Ma d’altronde queste sono solo congetture, e chi l’anno scorso aveva deciso di rinunciare al blocco Juve prima del 3-0 contro i giallorossi si starà ancora mangiando le mani. Il bello e il brutto del fantacalcio è proprio questo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *