Marco Scipioni
No Comments

L’Italia svolta, è prima nel ranking Uefa annuale

Sei squadre in Europa, 10 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta in 2 giornate di coppe europee: l'Italia calcistica è tornata grande?

L’Italia svolta, è prima nel ranking Uefa annuale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Italia sta tornando grande? Probabilmente si, infatti, le squadre italiane in Europa stanno certamente facendo il loro lavoro: 1 sola sconfitta in 12 partite. Che sia la svolta? Il calcio italiano ha capito che anche le competizioni europee sono importanti e non devono essere sottovalutate facendo ampio (ed eccessivo) turnover? Certamente sono lontani i tempi in cui esisteva un’ Inter dei titolarissimi per il campionato e un’Inter delle seconde linee per l’Europa League o un Napoli 1 e un Napoli 2. La riscossa del calcio italiano probabilmente nasce dal secondo Mondiale consecutivo fallito e da un nuovo CT, Antonio Conte, che sta tracciando nel migliore dei modi la strada da seguire.

Champions League ed Europa League: i due loghi

Grandi prestazioni delle italiane sia in Champions che in Europa League

MAGGIORE ATTENZIONE – Sicuramente, però, il calcio italiano non è ancora tornato ai suoi livelli, ma certamente è aumentata la consapevolezza degli interpreti del nostro calcio, la sottovalutazione degli impegni europei è solamente un lontano ricordo, il giovedì non è più un allenamento in vista della partita domenicale, ma è anch’esso un giorno importante in cui fare il massimo per ottenere gloria e successi maggiori.

RANKING UEFA – Le vittorie di oggi sono il futuro roseo di domani, infatti, solo vincendo l’Italia può riacquistare posti per la Champions League. Ma la strada è ancora lunga: l’Italia occupa attualmente la quarta posizione del Ranking Uefa, alle spalle della Germania e seguita dal Portogallo. Ma il miracolo calcistico italiano non riguarda soltanto le vittorie delle prime due giornate europee, ma anche il fatto che la Serie A abbia tutte le sue squadre qualificatesi ancora in corsa, infatti, nessuna squadra è stata eliminata ai preliminari dalle competizioni europee (il Napoli è sì stato eliminato dalla Champions League, ma ha avuto accesso all’Europa League), cosa invece accaduta per almeno una squadra di tutte le altre nazioni europee. Però, la strada per riportare in Champions League con conseguente aumento di introiti economici, è ancora lunga (basta pensare che la Germania, al 3° posto, dista più di 11 punti), ma l’oggi lascia per sperare per il domani.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *