Davide Luciani
No Comments

Milan: Inzaghi deve iniziare a fare scelte nette

Viste le tante ingenuità del reparto difensivo, che sono costate ai rossoneri alcuni punti, Inzaghi è pronto a porre delle correzioni

Milan: Inzaghi deve iniziare a fare scelte nette
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Mexes potrebbe tornare titolare nel Milan con  Alex

Mexes potrebbe tornare titolare nel Milan con Alex

Dopo aver racimolato due punti nelle ultime tre gare il Milan deve assolutamente svoltare. Per  farlo, però, Inzaghi deve porre qualche correzione dietro. Il reparto difensivo continua, infatti, a fare acqua da tutte le parti.

ALTRA COPPIA DIFENSIVA – Nove gol subiti in cinque giornate la dicono lunga sulla fragilità difensiva dei rossoneri. Contro il Chievo, Inzaghi potrebbe varare l’ennesima coppia difensiva. Questa volta, dovrebbe toccare ad Alex in coppia con Mexes. Il possibile ripescaggio del francese è il simbolo della confusione che regna in quel reparto. Inzaghi non riesce a trovare due uomini affidabili cui affidare la difesa e, i continui cambi, non fanno altro che mandare ancora più in tilt la squadra. Se poi ci aggiungiamo le incertezze di Diego Lopez e Abbiati, il quadro non può che essere fosco.

DE SCIGLIO IN CRISI – Il Milan paga anche la crisi di De Sciglio. Il talentino fatto in casa è diventato uno dei punti deboli dei rossoneri. Mentre Abate a destra spinge parecchio ed è diventato un valore aggiunto in chiave offensiva, De Sciglio è rimasto nella terra di nessuno. Non attacca, nè difende, esponendo il Milan a contropiedi letali su quella fascia. L’impressione è che, nell’ultimo anno e mezzo abbia smarrito delle certezze. Inzaghi deve recuperarlo perchè il talento è indubbio, magari spingendolo a osare di più in fase offensiva, in modo da sfruttare le sue doti di progressione. Se il ragazzo riuscisse a fare il lavoro compito da Abate sull’altra fascia, il Milan avrebbe maggiori opzione offensive e riuscirebbe a tenere gli avversari più lontani dalla propria area.

QUALE MODULO? – Dopo aver provato per mesi il 4-3-3, Inzaghi nell’ultima gara ha proposto il 4-2-3-1 (già visto all’opera in corso di gara contro l’Empoli). Il problema è che nessuno dei due moduli assicura grande copertura difensiva. Di più: l’utilizzo del 4-2-3-1 fu uno dei motivi di rottura tra Seedorf e il Milan lo scorso anno.  Inzaghi deve fare chiarezza anche qui. Il fatto che El Shaarawy, dopo la grande partita contro la Lazio e il successivo infortunio, nelle ultime gare non abbia trovato spazio perchè il tecnico non sa dove metterlo, è simbolo di profonda confusione. Inzaghi ha la fiducia totale della società, ma ora deve iniziare a prendersi delle responsabilità prendendo decisioni nette. Questa situazione di eterna incertezza che regna in casa rossonera non fa bene a nessuno.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *