Redazione
No Comments

Da Recoba a Destro: la top 5 dei gol da centrocampo

Pochi calciatori possono dire di aver realizzato un gol da centrocampo: esempi sono Beckham, Maradona e Stankovic. Ma quali sono i gol da centrocampo più belli mai realizzati in Serie A?

Da Recoba a Destro: la top 5 dei gol da centrocampo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Dejan Stankovic con la maglia dell'Inter

Dejan Stankovic, 2 dei suoi 116 gol sono stati realizzati da centrocampo

Il gol da centrocampo: è una magia che in pochi, nella propria carriera, sono riusciti a realizzare. Fa parte del repertorio di campioni come Maradona Beckham. C’è chi addirittura come, Dejan Stankovic, ne ha fatti ben due nella propria vita. In Serie A molti campioni hanno lasciato il segno con una prodezza del genere.

Questa è la top 5 dei gol da centrocampo:

5) Alvaro Recoba: 25 gennaio 1998, Empoli-Inter 1-1. L’Inter di Gigi Simoni è in lotta per lo scudetto, ma non viene da un momento brillantissimo, infatti sette giorni prima è caduta a San Siro contro il Bari. Non va meglio al Castellani: l’Empoli passa subito in vantaggio, costringendo alla sofferenza i nerazzurri. Simoni a pochi minuti dal termine cambia le carte, fa entrare el Chino al posto di Moriero. Ed il cambio si rivela vincente: al 36′ del secondo tempo, l’uruguaiano alza la testa, vede Roccati fuori dai pali, e dalla linea mediana fa partire un tiro che si insacca in rete. I sogni nerazzurri per il tricolore, però, si spegneranno qualche settimana più tardi, nel celeberrimo scontro diretto con la Juventus, quello di Ceccherini e del contatto RonaldoIuliano.

4) Mattia Destro: 27 settembre 2014, Roma-Verona 2-0. Nel duello a distanza per la testa della classifica tra la Roma e la Juventus, entrambe le squadre sono costrette a vincere. I giallorossi però trovano un Verona ostico, che cade solamente ad un quarto d’ora dalla fine. E pochi minuti dopo, Destro, appena fuori dal cerchio di centrocampo, stoppa di petto un pallone e, da oltre 40 metri, lo lancia al volo scaricandolo in rete, lasciando di stucco Gollini.

3) Dejan Stankovic: 17 ottobre 2009, Genoa-Inter 0-5. Il rullo compressore dell’Inter di Mourinho è ospite a Genova, e da subito incomincia la pioggia di gol da parte dei nerazzurri. Nel recupero del primo tempo, il portiere del GenoaAmelia, effettua un lancio lungo dalla sua porta. Sulla traiettoria però c’è Stankovic: il serbo colpisce il pallone al volo e segna il terzo gol della squadra campione d’Italia in carica. Pochi mesi più tardi, la macchina da guerra targata Special One, avrebbe vinto la Coppa Italia e successivamente si sarebbe laureata campione d’Italia e d’Europa, firmando un successo storico e mai realizzato nel nostro paese.

2) Fabio Quagliarella: 1° aprile 2007, Chievo Verona-Sampdoria 1-1. La partita inizia con nervosismo, entrambe le squadre sono costrette a vincere: il Chievo per salvarsi e la Sampdoria per coltivare le proprie ambizioni europee. Alla fine sono i genovesi a passare in vantaggio, con una rete di Quagliarella: ferma la palla di petto, guarda Squizzi fuori dai pali e con una torsione all’indietro realizza un pallonetto da quaranta metri. E Bazzani, mentre lo abbraccia, ha incominciato ad urlare: “questo è matto”. Sei minuti dopo però, i clivensi sono riusciti a pareggiare con un fortunoso gol di Brighi. Tuttavia i veronesi, a fine campionato, arriveranno terzultimi in classifica, retrocedendo nella serie cadetta.

1) Giuseppe Mascara: 1° marzo 2009, Palermo-Catania 0-4. Il Palermo ospita il Catania di Zenga per il derby di Sicilia. Però da subito è dominio etneo, Bizzarri para tutto e Ledesma Morimoto portano i rossazzurri sul 2-0. Manca un minuto alla pausa, c’è un rimpallo a centrocampo e Mascara, colpisce al volo con forza il pallone. Il tiro è una parabola alta, e dopo un po’ di secondi plana alle spalle dell’estremo difensore rosanero. Il nome del portiere che si è preso questo fantastico gol? Marco Amelia, sempre lui. Successivamente Mascara ha ricevuto il premio per il Miglior goal dell’anno. E da allora, il 1° marzo 2009, è rimasta una data storica, che resterà per sempre nella memoria di Mascara ed in quella dei tifosi catanesi.

Francesco Ippolito (@Fraccio)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *