Simone Viscardi
No Comments

Il “Chino” è infinito, nuova delizia firmata Recoba

A 38 anni Alvaro Recoba non smette di stupire. Nel weekend altro gol direttamente da corner, rivediamo insieme le sue magie

Il “Chino” è infinito, nuova delizia firmata Recoba
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Alvaro Recoba è sempre stato uno di quei giocatori capaci di dividere esattamente a metà le opinioni sul proprio conto. Talentuoso quanto indolente, geniale quanto incostante, nel corso degli anni ha saputo farsi amare grazie ad un sinistro da patrimonio dell’Unesco, ma allo stesso tempo ha vissuto costantemente al centro delle critiche, per quella sua innata incapacità nel mantenere una costanza di rendimento accettabile.

IL GOL OLIMPICO – Ancora oggi però, a 38 anni suonati, non ne vuole sapere di appendere le scarpette al chiodo, e nel weekend ci ha deliziato con una nuova magia partorita dal suo piede mancino, con un gol realizzato direttamente da calcio d’angolo. Un colpo già riuscito in passato al “Chino” (anche l’ultimo con la maglia dell’Inter fu così), e che gli argentini – maestri nel calcio, ma soprattutto nell’affibiare soprannomi – ribattezzarono “Gol Olimpico“, dopo che Cesareo Onzari, nel 1924, riuscì a segnarne uno proprio all’Uruguay fresco campione a cinque cerchi. Quella di ieri, comunque, è solo l’ultima delle perle della straordinaria carriera di Recoba. ecco quindi una carrellata delle sue giocate migliori. Se siete facili alla nostalgia abbiate l’accortezza di munirvi di fazzoletti.  In ogni caso, buon divertimento!
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=LMiH2rfwvZs[/youtube]

Che la carriera di Recoba fosse quella di un predestinato lo si era capito già al debutto con l’Inter, quando si presentò al pubblico del Meazza in questo modo: VEDI QUI

Nella stessa stagione, fu capace anche di un golletto del genere. La partita è Empoli-Inter: VEDI QUI

La specialità in casa Recoba, ad ogni modo, sono sempre state le punizioni: VEDI QUI

Per chiudere, ecco una giocata che non fa parte del repertorio “classico” del Chino, ma che fa capire che razza di giocatore sarebbe potuto essere con i mezzi che aveva a disposizione:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=PmIe8Hgf3jI[/youtube]

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *