Vincenzo Galdieri
No Comments

Pagelle Atalanta-Juventus 0-3: Tevez illegale, Buffon invincibile

I bianconeri sono troppo forti per questa Serie A: nemmeno un rigore contro ferma l'imbattibilità di Buffon. Al resto pensa Tevez, giocatore più decisivo di questo campionato. E si sblocca anche il gioiello Morata

Pagelle Atalanta-Juventus 0-3: Tevez illegale, Buffon invincibile
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Juventus, Buffon,

Gianluigi Buffon, ha mantenuto inviolata la porta della Juventus per la sesta gara consecutiva, parando anche il rigore di Denis: mostro

Illegale. E’ la definizione più calzante per la Juventus di Massimiliano Allegri, che in queste prime battute sembra addirittura più invincibile di quella del predecessore Conte. Ennesima vittoria senza subire gol, punteggio pieno con Tevez e Buffon sugli scudi: goduria e strapotere Juve. Ecco le pagelle del match:

ATALANTA

SPORTIELLO 5,5 – Salva il salvabile, ed è incolpevole su due dei tre gol subiti. Ma la sassata da fuori di Tevez era tutt’altro che imprendibile.

DRAME’ 5 – Lichtsteiner, in stato di grazia, dalle sue parti fa quello che vuole. Lui prova a limitarlo, ma con scarsissimo successo.

ZAPPACOSTA 6,5 – Grande personalità, guida la difesa con sicurezza e tenta anche di trovare gloria personale con una soluzione da fuori. Talento cristallino.

BIAVA 5 – Travolto da Tevez e Llorente, prova a far valere l’esperienza ma non basta.

BENALOUANE 6 – Ruvido, roccioso, anche fallosino ma comunque efficace. Con lui, gli attaccanti della Juve non hanno mai vita facile.

CARMONA 5 – Inerme davanti allo strapotere della mediana bianconera.

BASELLI 5,5 – Parte bene, poi si dissolve alla distanza. Ma la classe è innegabile. Dal 61′ CIGARINI 6 – Non fa danni e non crea pericoli.

ESTIGARRIBIA 6,5 – Vivace, frizzante, in palla, pericoloso. Crea un paio di occasioni e regala corsa a getto continuo. Un errorino in fase di disimpegno che di fatto porta ad una palla gol importante per Llorente, ma nel complesso la sua prova è positiva. Sostituzione quasi incomprensibile. Dal 49′ MOLINA 6,5 – Colantuono però ha un altro asso nella manica: il sostituto di Esti non è da meno. Si procura anche il rigore che Denis non sfrutta.

GOMEZ 4,5 – La grande delusione della serata. E’ l’uomo con maggior tasso tecnico dell’Atalanta, quello che può far la differenza. La verità è che non si vede mai.

DENIS 4,5 – Abulico. Poi sbaglia pure il rigore. Serataccia-accia.

BOAKYE 5,5 – Corsa e fisico ci sono, il resto è da migliorare. Dal 75′ BIANCHI 5,5 – Grinta e determinazione, ma non impensierisce mai la retroguardia avversaria ne’ tantomeno Buffon.

All. COLANTUONO 5,5 – La imposta bene, con un’Atalanta aggressiva nei primi 20 minuti. Ma dopo il primo gol di Tevez, di fatto, perde la bussola e la sua squadra non riesce più ad uscire, occasione del rigore esclusa.

JUVENTUS

BUFFON 7 – Invincibile. Almeno in quest’inizio di stagione. Sei partite tra campionato e coppe, sei partite senza subire gol. Nemmeno un rigore contro ferma la sua imbattibilità: para su Denis ed esulta, alla faccia di chi dice che i penalties non sono il suo forte. Questo para tutto, e lo fa da oltre 15 anni a questa parte. Infinito.

BONUCCI 6,5 – Fa a sportellate con Denis e ne esce praticamente sempre vincitore. Sicurezza assoluta.

OGBONNA 6,5 – Sta diventando una garanzia. E’ lui a sbrogliare una situazione intricata ad inizio gara, salvando quasi sulla linea. Poi una gara fatta di attenzione, sacrificio, corsa e fisico. 15 milioni li vale tutti, Marotta l’anno scorso non ha preso un abbaglio.

CHIELLINI 6 – Provoca un rigore che forse non c’è. Detto questo, gara senza troppi patemi.

VIDAL 6 – Dopo l’exploit di Cesena, passettino indietro. Si limita a fare il mediano, prova qualche tiro velleitario ma non gli riesce. Entra nell’azione del gol liberando spazio per Tevez, quello si. Deve crescere a livello di condizione. Allegri lo sostituisce e lui sbuffa. Dal 72′ PEREYRA 6,5 – Entra e regala l’assist per il 3-0 a Morata. What else?

MARCHISIO 6 – Come Vidal, partita cosi cosi. Tiene bene ma non esalta.

POGBA 6,5 – Classe e fisico sono spaventosi. Anche quando non stupisce, è sempre sopra la sufficienza.

LICHTSTEINER 7 – Ultimamente è scatenato. Ennesimo assist, ennesima prova da esternone. Glielo si rinnova ‘sto contratto?

EVRA 6,5 – Parte piano, chiude forte. Si sta inserendo bene nel sistema di Allegri. Ed a livello atletico è un mostro.

LLORENTE 6 – Innesca Licht che innesca Tevez per il primo gol. Prende parecchi falli. Ma sotto porta sbaglia l’inverosimile. Dal 72′ MORATA 7 – Un gioiello. Entra e segna. Allegri lo faccia giocare più spesso.

TEVEZ 8,5 (IL MIGLIORE) – Stratosferico, strabiliante, mostruoso. Doppietta da fenomeno, l’ennesima. E’ un fattore incredibile uno come lui in questa Serie A. Quasi sicuramente il giocatore più decisivo del nostro torneo. Sul 3-0 s’inventa una genialata a liberare Pereyra, che mette in mezzo per il gol di Morata. Fenomeno assoluto. Tutto lo stadio, tifosi avversari compresi, si alza in piedi per tributargli la standing ovation quando esce. In Italia, non è proprio roba da tutti i giorni. Se questi sono i presupposti, potrebbe essere la stagione migliore della sua carriera. Dall’87’ COMAN sv

All. ALLEGRI 7,5 – Serafico, calmo, tranquillo. Non sbaglia niente e si comincia a prendere responsabilità importanti. La sua Juve sembra più forte di quella di Conte, ed un po’ di merito dovrà essere pur suo. Continui cosi e stupirà tutti.

Vincenzo Galdieri (@Vince_Galdieri)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *