Federica Valcauda
No Comments

Moto3: Fenati e… ancora Mameli

Il ritorno di Fenati in casa Marquèz: Miller out, sesto Bastianini, nono Nicco Antonelli

Moto3: Fenati e… ancora Mameli
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Fenati vince ad Aragòn con una gara d'altri tempi

Fenati vince ad Aragòn con una gara d’altri tempi

Romano Fenati vince ad Aragòn facendo una gara d’altri tempi.
Parte tredicesimo il pilota SkyVR46 e si ritrova diciannovesimo dopo due giri:
il centauro di Ascoli riesce ad inanellare giri veloci recuperando di gran carriera sulle teste di serie del mondiale.

Sembra una gara a tre tra Miller e i due piloti Honda: Alex Marquèz e Rins.
La svolta della gara avviene al sedicesimo giro, quando Miller sforza troppo una staccata e si tocca con Marquèz.
Il pilota KTM cade, un contatto fortuito che gli fa perdere la testa della classifica.
Nelle retrovie Fenati gira un secondo più veloce rispetto a quelli che ha davanti,
ricuce prima su Vazquez, lo supera e va in quarta posizione, c’è poi l’errore davanti di Rins
che alla prima staccata dopo il traguardo va lungo, questo errore fa si che Fenati e Kent si attacchino al codone
di Kornfeil e Marquèz.

Da quel momento la storia dice Fenati e Marquèz in solitaria, un sorpasso dopo l’altro che fà scaldare il cuore degli appasionati di moto,
rientra intanto anche Kent nella lotta per la vittoria mettendosi davanti a Fenati dopo una curva in cui  il pilota KTM va lungo.
L’ultimo giro però si apre all’insegna del sorpasso di Fenati su Kent,
Romano si attacca alla Honda Estrella Galicia e  all’ultima curva ci prova su Marquèz, un sorpasso lungo quindici minuti per gli appassionati,
il traguardo dirà poi Fenati primo e Marquèz secondo.

“All’inizio è stato difficile perchè la pista era bagnata e spesso sono passato sull’acqua, quando tutto si è calmato ho iniziato a recuperare, non pensavo di poter vincere ma poi ci ho creduto, avevo un buon feeling con la moto, è bellissimo tornare alla vittoria dopo il Mugello e dobbiamo continuare a lavorare in questo modo, ringrazio lo Sky team VR46.”

La classifica finale vede poi Rins in quarta posizione, Kornfeil, sesto Enea Bastianini, Oliveira, Binder e nono Nicco Antonelli; cade la wild card Andrea Migno che stava facendo un ottima gara.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *