Enrico Steidler
No Comments

Claudio Lotito e la sua umanità “strabica”

Ci sono battute e "battute", e quella di Lotito su Marotta è già nel Guinness degli orrori

Claudio Lotito e la sua umanità “strabica”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Come in tutte le cose, anche nella polemica ci sono tanti livelli, dal più alto al più basso. Prendete quella fra l’ad bianconero Giuseppe Marotta e il presidente della Lazio Claudio Lotito, ad esempio. Iniziata mesi fa, ai tempi della corsa al trono della Figc, e proseguita seguendo una parabola discendente malgrado il punto di partenza fosse già quasi rasoterra, la schermaglia dialettica fra gli uomini di spicco di Tavecchiosauri e Agnelliraptor è ormai giunta al capolinea più infimo: oltre non si può più andare, oltre si può solo scavare.Il problema con Marotta – ha dichiarato ieri Lotito alludendo allo strabismo del dirigente bianconero – è che con un occhio gioca a biliardo e con l’altro mette i punti“.

Giuseppe Marotta, ad della Juventus

Giuseppe Marotta, ad della Juventus

LE COLONNE D’ERCOLE DELLA CIVILTA’ – Ok, hic sunt leones, qui ci sono i leoni, qui si ferma la civiltà. Da qui in poi, c’è spazio solo per le belve feroci e i presidenti che amano le citazioni dei latini ma poi fanno scempio della loro (e della nostra) cultura. Quella di Lotito, infatti, non è una battuta infelice, come l’hanno subito etichettata – archiviandola – quasi tutti i giornali: è molto di più, e di peggio. E’ il segno che nel nostro calcio si può ormai camminare dalle curve alla tribuna d’onore senza notare alcuna differenza, e che i leones si ritrovano un po’ ovunque, sia sotto i tatuaggi che nascosti da giacca e cravatta. Una gaffe? No, la “battuta” del presidente biancoceleste non è una gaffe: è un ruggito.

LO STRANO CASO DEL DOTTOR CLAUDIO E DI MISTER LOTITO – Sotto questo aspetto, quello che colpisce di più – in questa misera vicenda ambientata nella savana – è che il suo protagonista è un dottore, un uomo laureato in pedagogia con il massimo dei voti. Ma come?…Viene subito da chiedersi. Come è possibile che simili contraddizioni riescano a convivere nello stesso individuo? Come, se non immaginando lo stranissimo caso dell’amabile Dottor Claudio e dell’inquietante Mister Lotito, due personalità opposte che si manifestano a seconda che il presidente della Lazio stia zitto oppure parli?

Sì, dev’essere così, altrimenti non si spiega…o quasi. Nomen omeninfatti, dicevano i latini (“il nome è un auspicio, buono o cattivo” traduce Cesare Marchi), e quello di Lotito – Claudius – significa “zoppo”, “claudicante”, “storpio” – Wikipedia docet. Chissà, forse è per questo che la sua umanità è così  “strabica”.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *