Simone Viscardi
No Comments

Inter, le sorprese di Ausilio

Il ds nerazzurro, fresco di prolungamento, si sbilancia in vista della prossima sessione di mercato. Molti i nomi sotto controllo, scopriamoli insieme

Inter, le sorprese di Ausilio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Piero Ausilio è pronto a scatenarsi. Il ds nerazzurro, che ha firmato un meritatissimo rinnovo di contratto fino al 2017, ha già le idee molto chiare per l’immediato futuro. Intervenuto ai microfoni di SkySport, ha voluto precisare come l’obiettivo dell’Inter sia: “Tornare in Champions League, faremo di tutto per arrivarci”. Lo scudetto quindi, almeno per il momento sembra essere: “Una sfida a due tra Roma e Juventus, noi ci arriveremo piano piano, con la forza della serietà. Sarà il campo a decretare il successo del nostro progetto”. Ambizione e umiltà, queste le caratteristiche della nuova Inter, e che si rispecchiano nell’uomo che ha fatto dimenticare in fretta ai tifosi le disgrazie della gestione Branca.

Baselli, centrocampista dell'Atalanta.

Baselli, centrocampista dell’Atalanta.

REGALO IN ARRIVO – Essendo l’uomo mercato della società di Erick Thohir, Ausilio ha ovviamente dovuto rispondere anche a più di una domanda sui possibili arrivi in nerazzurro. “Abbiamo qualcuno sotto controllo, anche se ovviamente non posso fare nomi, posso solo assicurare che ci saranno delle sorprese”. La soddisfazione è evidente per i nuovi arrivi: “Medel e M’Vila sono stati degli ottimi innesti, le loro trattative hanno comportato una grossa dose di pazienza, siamo felici di aver operato sul mercato nel rispetto dei parametri finanziari”. 

I NOMI – Sorprese in arrivo quindi, ma è possibile già ipotizzare di chi si possa trattare. L’Inter è sempre sulle tracce dell’atalantino Baselli. Giovane, talentuoso e italiano, il ragazzo di Colantuono sarebbe una pedina perfetta anche per i nuovi standard dettati da Thohir. Rimanendo nell’orbita degli enfant prodige, Ausilio non molla il parigino Rabiot – sempre più deciso a lasciare il Psg – e il marsigliese Thauvin. Sulle loro tracce sono in parecchi, Roma e Arsenal in testa, ma i nerazzurri non demordono. Per quanto riguarda l’attacco, Borini rimane in cima alle gerarchie.

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *