Orazio Rotunno
No Comments

Inter, Piero Ausilio fino al 2017: il giusto premio di Thohir

Rinnova il direttore sportivo dell'Inter, il primo a lavorare decentemente dopo anni di guai: dopo Inter-Atalanta l'ufficialità

Inter, Piero Ausilio fino al 2017: il giusto premio di Thohir
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ha lavorato bene ed in silenzio, con pochi proclami e soprattutto zero euro. Vidic, Dodò, Osvaldo, Medel e M’Vila: con la consapevolezza che a gennaio qualcosa accadrà, soprattutto se l’Inter dovesse mantenersi in zona terzo posto ed andare avanti in Europa League. Un lavoro che il Presidente Erick Thohir ha voluto giustamente premiare con un rinnovo per altri due anni,rispetto alla precedente scadenza: l’attuale direttore sportivo manterrà dunque la propria carica sino al 2017.

Piero Ausilio, in passato coadiuvato da Marco Branca, ha preso in mano le redini del mercato neroazzurro gestendo il passaggio di consegne Moratti-Thohir con grande pacatezza e budget minimo, strappando il meglio col minimo materiale economico. Un riconoscimento arrivato anche dalla tifoseria più calda, che bene ha accolto il lavoro di Ausilio, uomo di fiducia anche di Moratti. “Siamo molto contenti di aver prolungato il contratto con il nostro direttore sportivo – spiega il presidente Erick Thohir -. Abbiamo messo insieme le fondamenta a un progetto importante, stiamo lavorando tanto e con entusiasmo e passione per mettere le basi di un’Inter vincente“. Un rinnovo che sarà ratificato durante il Cda di giovedi mattina in presenza di tutti i soci. Il Presidente indonesiano sarà a San Siro per il match di domani con l’Atalanta.

Sono davvero felice e orgoglioso. Il mio grazie al presidente Thohir per la grande fiducia che mi ha dimostrato. Il nostro obiettivo comune è quello di costruire un’Inter che torni a essere vincente e a occupare i posti che merita in Italia e in Europa“, così Ausilio a margine dell’annuncio dell’Inter sul proprio profilo twitter.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *