Matteo Masum
No Comments

Serie A: la Top 11 della terza giornata

Kovacic talento assoluto, Tevez killer spietato. La nostra formazione top di giornata

Serie A: la Top 11 della terza giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Al termine della terza giornata di Serie A, vi proponiamo lo consueta Top 11, che verrà schierata con un ipotetico 3-4-3.

PERIN- Un primo tempo sotto assedio quello vissuto dal Genoa, che alla fine riesce a portare a casa i tre punti contro la Lazio grazie alla rete di Pinilla, ma, soprattutto, grazie ai miracoli di un super Mattia Perin. Ci provano Candreva, Djordjevic, Lulic, Parolo, Felipe Anderson, ma nessuno riesce a superare il muro eretto dal giovane estremo difensore rossoblu, che sta vivendo un ottimo inizio di stagione.ù

ACERBI- Tornato ancora una volta, dopo aver sconfitto il tumore. L’emozione è inevitabile, ma non lascia trasparire nulla, difendendo con le consueta cattiveria e determinazione la porta del suo Sassuolo, che infatti resta inviolata.

DANILO- Sbuca all’improvviso, mandando in psicanalisi Benitez e soci. Dietro è quasi insuperabile, e, specie nel finale, galvanizzato dal gol, si esalta fino a diventare epico.

RUGANI- Un altro difensore che ha fatto felici i suoi fantallenatori (ma anche quello vero), non solo grazie ad una splendida prestazione, ma soprattutto per il gol che ha consentito all’Empoli di completare la rimonta sul Cesena.

KURTIC- Entra e segna dopo due minuti, regalando il primo successo alla squadra di Montella. Più di così?

FLORENZI- L’immagine simbolo della terza giornata è il suo abbraccio alla nonna dopo il gol che affossa il Cagliari. Per il resto, è tra i più vivaci in una Roma sorniona e cinica come poche volte nella sua storia.

KOVACIC- E’ il talento assoluto dell’Inter di Mazzarri, l’uomo a cui aggrapparsi quando le cose vanno male. Ancora in gol, ancora una prestazione da veterano. E’ il futuro del calcio, ma anche il presente.

VAZQUEZ- Lo schieriamo trequartista, in una formazione decisamente sbilanciata. Seconda rete consecutiva, una traversa che ha fatto tremare l’Inter, una corsa ininterrotta unita ad una buona qualità. Insieme a Dybala farà benissimo.

TEVEZ- Segna sempre lui, risultando sempre determinante. Si accende, accelera, tira, segna, e manda la Juve davanti a tutti, insieme alla Roma. Sbloccatosi anche in Champions, quest’anno è intenzionato a fare sfracelli.

CASSANO- Sparito dai radar durante l’estate, dopo un mondiale anonimo, ricompare alla grandissima in campionato, andando a raggiungere Icardi in vetta alla classifica marcatori. Inutile rimuginare sulla sua carriera. E’ andata così. Ma è troppo forte.

CODA- Merita di essere l’eroe della settimana. Segna e regala due assist a Cassano, meritandosi i complimenti anche di Donadoni. Non gli ricapiteranno molte giornate simili, quindi gli suggeriamo di vedere e rivedere Chievo-Parma.

Matteo Masum

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *