Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Genoa-Lazio 1-0: Matri delude, Pinilla entra e segna

La Lazio crea ma non concretizza, e finisce col subire la più classica delle beffe. A decidere per il Genoa è Pinilla, entrato in campo da poco

Pagelle Genoa-Lazio 1-0: Matri delude, Pinilla entra e segna
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pomeriggio di emozioni altalenanti al Ferraris tra Genoa e Lazio. I biancocelesti dominano nella prima frazione, ma non riescono a sfondare contro un Grifone tenace. Nella ripresa gli infortuni cambiano faccia al match, ed è proprio il neo entrato Pinilla a decidere l’incontro con un perfetto colpo di testa. Ecco i voti dei protagonisti.

GENOA

PERIN voto 7 – La sua chioma alla Ed Warner è costretta a volare da un palo all’altro in un pomeriggio da assoluto protagonista. Strozza il grido in gola a Lulic – FENOMENO

ANTONINI voto 6 – Partita onesta, contiene con esperienza le folate di Felipe Anderson cercando anche di offendere – STAGIONATO (dal 60′ BERTOLACCI voto 6 – Il suo ingresso è una secchiata di carbone nella caldaia rossoblù. I suoi alzano il livello, e arrivano i tre punti – DINAMO )

BURDISSO voto 5 – Male male. Lascia voragini al centro della difesa, e il consueto carattere non basta più per tapparle – SPREMUTO

DE MAIO voto 5,5 – Meglio del collega di reparto, ma con qualche svarione di troppo. Forse ha solo bisogno di una guida d’esperienza, cosa che questo Burdisso non può essere – RIMANDATO

ANTONELLI voto 5,5 – Candreva è un bruttissimo cliente, e se non si è al 100% bisogna mettere in conto la certezza di soffrire. Evidentemente la forma non è ancora al top – NEGATIVO

STURARO voto 6,5 – Corsa e sostegno alla manovra, palloni recuperati e palloni gestiti al meglio. Questo ragazzo ha tutte le qualità che servono per sfondare, sarà da monitorare – COMPLETO

RINCON voto 5 – Travolto dallo tsunami biancoceleste nella prima frazione. Meglio nella ripresa, ma la sensazione è che gli manchi qualcosa per giocare a questi livelli – SOMMERSO

EDENILSON voto 6,5 – Gasperini gli cambia la posizione in continuazione, lui risponde presente senza scomporsi. Il meglio in ogni caso lo dà quando può volare sull’out – POLIEDRICO

KUCKA voto 5 – Vaga sull’out alla ricerca di qualche pallone giocabile. Il problema è che finisce col sbagliare quasi tutti quelli che gli capitano – STORTO (dal 55′ LESTIENNE voto 6 – Ci mette più voglia di Kucka, e tanto basta per rendere più pericolosa la manovra del Genoa – PIMPANTE)

PEROTTI voto 6,5 – Si muove bene, aggirandosi intorno alla prima punta. Da un suo appoggio arriva la rete decisiva di Pinigol – ASSISTMAN

MATRI voto 5 – Chiuso nella morsa dei centrali avversari fatica a ritagliarsi palloni importanti. Esce per infortunio e il suo sostituto fa pure gol, ciliegina su un pomeriggio da dimenticare – IELLATO (dal 67′ PINILLA voto 7 – Cattivo e aggressivo su ogni pallone, con la voglia di chi sa che ha un’ultima occasione per arrivare a certi livelli. Il gol, in queste condizioni, è la logica conseguenza – BOMBER)

All.GASPERINI voto 6 –  Il Genoa balla ma non affonda, e al momento buono sa colpire velenosamente. Forse non tre punti meritatissimi, ma proprio per questo pesanti come macigni – OPPORTUNISTA

LAZIO

BERISHA voto 6 – Poche emozioni fino al cambio di marcia genoano. Impossibile operare su Pinilla, sbroglia le altre situazioni con personalità – INCOLPEVOLE

BASTA voto 6 – Presidia l’out di competenza con attenzione ma senza strafare, un problemino fisico lo costringe alla resa dopo soli 45 minuti – STAFFETTA (dal 46′KONKO voto 6 – Non è certo colpa sua se la Lazio va in sofferenza nella seconda parte di gara, certo è che rimpiange la tranquillità del serbo – AGGREDITO)

DE VRIJ voto 6 – Al di là dell’espulsione finale, una buona partita fatta di anticipi attenti e chiusure perfette – CRESCITA

GENTILETTI voto 7 – Francobollato a Matri impedisce all’ex rossonero di vedere una palla che sia una. Curiosamente è costretto ad uscire un minuto dopo il suo diretto avversario – MURO (dal 68′ CANA voto 5,5 –  Il finale è un incubo per la Lazio, e lui finisce con l’esserne protagonista suo malgrado – HORROR)

BRAAFHEID voto 6,5 – Vola sulla sinistra mettendo in mezzo più di un pallone interessante. Un parametro zero da spellarsi le mani – ATLETICO

PAROLO voto 6 – Primo tempo gagliardo, ricco di inserimenti che lo portano anche alla conclusione. Cala nella ripresa, e con lui tutta la Lazio – ALTERNATO

BIGLIA voto 6 – Fa girare compagni e palloni con naturalezza, con piglio da leader e tempi da perfetto regista. Il pomeriggio di sfortune biancocelesti coinvolge anche lui, terzo cambio per infortunio – COMANDANTE (dal 46′ LEDESMA voto 5 – Cambio naturale per Biglia, ma con esiti tutt’altro che simili – SOTTOTONO)

Candreva tra i migliori per la Lazio, ma non basta.

Candreva tra i migliori per la Lazio, ma non basta.

LULIC voto 6,5 – A un passo dalla rete che avrebbe cambiato la partita, ma Perin gli sbarra la strada. Finisce anzitempo la benzina, come molti suoi compagni del resto – STOPPATO

CANDREVA voto 7 – Sempre nel vivo del gioco, dominante nell’ uno contro uno. Fosse più concreto sottoporta, saremmo di fronte a un fuoriclasse – FRIZZANTE

FELIPE ANDERSON voto 5,5 – Lascia intravedere qualche numero, ma senza la doverosa continuità all’interno del match. Piano piano esce dal match, e non torna più a galla – SPROFONDATO

DJORDJEVIC voto 6 – Il montante colpito a pochi minuti dalla fine del primo tempo è il punto più alto della sua partita. Per il resto, tanta lotta e poca precisione al tiro – OPACO

All.PIOLI voto 5 – La sua Lazio crea molto, spreca altrettanto e lascia sempre una sensazione di incompiutezza. Ad allarmare però è la scarsa tenuta atletica, se il fiato dura solo un tempo è dura competere – STANCO

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *