Connect with us

Calcio Estero

Mercato estero, è ufficiale: Villas Boas nuovo tecnico del Tottenham

Pubblicato

|

Il nuovo tecnico del Tottenham Andres Villas Boas

LONDRA, 3 LUGLIO – E’ ufficiale! Andres Villas Boas, il trentacinquenne allenatore portoghese ex-Chelsea, sarà il nuovo tecnico del Tottenham per la prossima stagione. Nelle prime ore del pomeriggio il coach di Oporto ha  infatti apposto la sua firma sul contratto che lo legherà per 3 anni alla panchina del club londinese. Villas Boas ha dunque scelto  gli Spurs per assecondare la sua voglia di riscatto, dopo aver deluso ogni aspettativa sulla panchina dei Blues di Londra.

DALLA GLORIA ALL’INSUCCESSO – Approdato al Chelsea con la fama di ‘nuovo Mourinho”, proprio lui che dello Special One originale era stato un assistente ai tempi del Porto campione d’Europa prima e del Chelsea e dell’Inter poi, nel marzo scorso ha ricevuto il benservito dal Presidente Roman Abramovich  in seguito alla brutta sconfitta rimediata in campionato (1-0) contro il modestissimo West Bromwich. Un epilogo inimmaginabile appena nove mesi prima, quando era giunto nella capitale inglese forte della storica vittoria in Europa League alla guida del Porto, che aveva contribuito a far rimbalzare il suo nome sulle prime pagine di tutti i quotidiani sportivi, nazionali ed esteri.

Un predestinato per alcuni, lo Special Two per altri, Villas Boas appariva agli occhi degli esperti come una copia perfetta di un Mourinho sottoposto, a sua insaputa, ad un riuscitissimo processo di clonazione. La debacle della sua esperienza al Chelsea è stata amplificata ancor di più dall’impresa compiuta dal suo sostituto, l’italiano Roberto Di Matteo, capace di condurre Drogba & co. alla conquista della FA Cup e, soprattutto, della ben più prestigiosa Champions League. Come se non bastasse, la sua nuova squadra (il Tottenham, ndr) non potrà disputare i preliminari di Champions – a cui aveva diritto in virtù del quarto posto conquistato in campionato – vedendosi costretta a cedere il suo posto proprio alla squadra di Di Matteo, in quanto campione in carica della massima competizione europea per club. Insomma, per il tecnico portoghese quest’anno le motivazioni non mancheranno di certo, spetta a lui ora riprendersi lo scettro di Special Two.

Giuseppe Mimmo

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending