Antonio Casu
No Comments

Leeds: l’allenatore perfetto per Cellino è un computer

Il vulcanico presidente sardo potrebbe affidare la panchina degli inglesi ad un software

Leeds: l’allenatore perfetto per Cellino è un computer
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giovane, brillante, con ottime competenze sulla tattica calcistica e soprattutto non esoso per quanto riguarda l’ingaggio. Massimo Cellino ha trovato l’allenatore perfetto, un tecnico che non caccerà mai dalla panchina del Leeds: un computer. Perché affidarsi ad un uomo con una propria indipendenza e non particolarmente accondiscendente sulle richieste del presidente, quando si può avere un genio di latta? No, non è un remake della fiction Boris (in quel caso, un robot divenne regista di fiction) e nemmeno una sceneggiatura di un film di fantascienza destinato ad un fragoroso flop al botteghino, ma l’ennesima avventura del vulcanico Cellino nella terra d’Albione.

Globall Coach, candidato numero uno alla panchina del Leeds di Cellino

Globall Coach, candidato numero uno alla panchina del Leeds di Cellino

PIÙ GENIALE DI FICCADENTI – Non è uno scherzo. La Elite Sport Tecnologies, azienda impegnata nello sviluppo di apparecchiature informatiche per il mondo dello sport, ha proposto a Cellino un software, il Global Coach, in grado di aiutare gli allenatori nella programmazione degli allenamenti, l’analisi dei dati dei calciatori e l’individuazione della tattica migliore per sconfiggere l’avversario di turno. La società ha base vicino a Leeds, dirigenti e dipendenti tifano quasi tutti i Peacocks, quindi la proposta è seria, non una semplice trovata pubblicitaria. Emile Coleman, CEO della Elite Sport Tecnologies, è convinto che il software potrebbe garantire continuità ai risultati della squadra, fin qui deludenti.

IL CANDIDATO NUMERO UNO È L’UNICO CANDIDATO – Cellino ci pensa seriamente: i costi non sarebbero altissimi e potrebbe avere finalmente a disposizione un tecnico all’italiana, non più un rognoso manager all’inglese con poteri decisionali su mercato e strategie societarie. In questo momento, peraltro, Globall Coach è l’unico candidato alla panchina del Leeds. Il motivo è presto detto: i tecnici temono Cellino come la peste, e nessuno vuole prestare il fianco ad un probabile esonero. L’imprenditore sardo ha contattato diversi allenatori (l’ultimo in ordine di tempo è Sabella, commissario tecnico dell’Argentina vice campione del mondo in Brasile), ma tutti hanno declinato l’offerta. Resta solo lui, Globall Coach, l’unico con il profilo giusto per gestire le idee pittoresche del suo presidente… fino a quando Cellino non deciderà di resettarlo.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *