Manlio Mattaccini
No Comments

Pagelle Olympiacos-Atletico Madrid 3-2: Griezmann tardivo, rimpianto Kasami

Preziosa vittoria dell'Olympiacos di Michel, l'Atletico Madrid vice campione in carica è già sotto pressione. Nella ripresa debutto per Cerci

Pagelle Olympiacos-Atletico Madrid 3-2: Griezmann tardivo, rimpianto Kasami
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Partenza subito in salita per l’Atletico Madrid, che nella scorsa stagione è arrivato a pochi minuti dal diventare campione d’Europa. Soffre in tribuna il “Cholo” Simeone – in panchina siede il vice Burgos – perchè la sua squadra sbaglia l’approccio e va subito sotto, complice la staffilata al 13′ del laterale Masuaku. Situazione che precipita quando  al 31′ l’ex blaugrana Afellay trova la rete del raddoppio. Prima della ripresa il sussulto di Mandzukic che di testa riapre tutto. Al 66′ entra in campo Cerci, ma per l’ex giocatore del Toro è poca gloria: al 73′ Mitroglou insacca la rete che affossa la rimonta spagnola. Il gol di Griezmann, il migliore dei suoi, serve soltanto a rendere emozionanti gli ultimi minuti di gara, anche se l’Olympiacos non soffrendo più di tanto conquista i primi meritati e pesanti tre punti del girone.

PAGELLE OLYMPIACOS

ROBERTO: 6  Arrivato ad Atene un anno fa proprio dai “colchoneros”, non ha particolari responsabilità sui due gol subiti. Non fa particolari regali ai suoi ex compagni

MASUAKU: 7 Esordio col botto in Champions: sua la botta dalla distanza che spalanca le porte per l’impresa

ABIDAL: 6.5  Un guerriero. Ha vinto tante battaglie nella vita, anche se non è più ai massimi livelli, ha vinto pure stasera

BOTIA: 6 Tiene a bada l’attacco avversario, poi nella ripresa sbanda un pò

ELABDELLAOUI: 6,5 L’impronunciabile norvegese già si era messo in luce contro l’Italia come tra i più positivi dei suoi: anche stasera dà vivacità sulla fascia

L'Olympiacos di Afellay condanna l'Atletico alla sconfitta

L’Olympiacos di Afellay condanna l’Atletico alla sconfitta

AFELLAY: 7 Ci mette lo zampino sul primo gol, segna con un gran destro la rete del 2-0; non fa molto altro, ma questo basta e avanza (69′ N DINGA : 6)

MILIVOJEVIC: 6 Partita di sacrificio la sua: argina bene ma fa fatica all’assalto madrileno della ripresa

KASAMI: 7,5 E’ arrivato a Palermo nel 2010, da 18enne, e forse se n’è andato troppo presto dal nostro calcio. Ha girato tanto, ma forse è arrivato nella giusta piazza per il decollo: ancora ha soltanto 22 anni(83′ GIANNOULIS S.V.)

MANIATIS: 5,5 Un pò nervoso il capitano, e subisce le scorribande di Ansaldi e Koke

DOMINGUEZ: 5 Nella grande serata della sua squadra è il grande assente in campo: esce al 58′ senza colpo ferire (59′ FUSTER: 6 Dà più profondità alla squadra)

MITROGLOU: 6,5 Brutta partita per oltre un’ora, poi si ricorda di essere una pedina fondamentale per i suoi e con un bel gol sancisce la vittoria

PAGELLE ATLETICO MADRID

OBLAK: 5,5  Un pò sorpreso nel gol del primo vantaggio avversario, ma la sconfitta di oggi non è imputabile a lui

ANSALDI: 6 Una media tra la fase offensiva e difensiva. Pennella diversi cross interessanti, tra cui quello vincente per Mandzukic

MIRANDA: 5 Serata da dimenticare in fretta per lui, sbeffeggiato da Mitroglou nel gol che chiude la partita

GODIN: 5,5 La sua testa stasera non elimina nessuno; ci mette come sempre grinta, ma anche disordine

JUANFRAN: 5,5 Dalle sue parti, nel primo tempo i greci fanno festa

KOKE: 6 Paga la serata negativa del collettivo, si becca un giallo e il suo assist per Griezmann arriva tardi

SUAREZ: 5 Superato spesso e volentieri in velocità, non da protezione alla difesa (75′ SAUL S.V.)

GABI: 5 Ammonito dopo 120 secondi, lascia il campo al 56′ lasciando pochi bei ricordi (57′ GRIEZMANN: 7 Il migliore dei suoi: entra e si rende subito pericoloso in diverse occasioni. La sua rete arriva troppo vicina al 90‘)

TURAN: 6 Si dà una mossa soltanto a partita compromessa, da uno come lui ci si aspetta di più

RAUL GARCIA: 5 Pochi palloni giocabili, e quando è servito sfrutta male l’occasione (66′ CERCI: 6 Respira 29 minuti di Europa: al 79′ incorna di testa ma nelle braccia di Roberto, da vivacità al reparto ma in una partita simile bisognava vederlo dall’inizio)

MANDZUKIC: 6 Fa a sportellate nell’area avversaria: riesce a trovare la rete della speranza, ma combina poco o nient’altro

Manlio Mattaccini 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *