Antonio Guarino
No Comments

Serie D, il punto dopo la 2^giornata

Secondo turno di gare anche per la Serie D, campionato cui SportCafe24 dedicherà grande spazio lungo l'intera stagione. Scopriamo insieme la situazione, girone per girone, del massimo torneo dilettantistico del panorama calcistico italiano.

Serie D, il punto dopo la 2^giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Week end di gare per la Serie D, le cui squadre si sono affrontate per i match valevoli per la seconda giornata di campionato e SportCafe24 vi fa conoscere risultati e classifica di tutti i nove gironi del massimo livello semiprofessionistico del calcio italiano, che di seguito analizziamo.

Christian Massella, attaccante classe '90 dell'Ostiamare. Per lui una tripletta all'esordio in campionato davanti al suo pubblico, con cui ha portato i biancoviola al comando del Girone E.

Christian Massella, attaccante classe ’90 dell’Ostiamare. Per lui una tripletta all’esordio in campionato davanti al suo pubblico, con cui ha portato i biancoviola al comando del Girone G.

GIRONE PER GIRONE – Sono 18 le squadre a punteggio pieno dopo il secondo turno di campionato. Nel Girone A comandano con 6 punti Lavagnese, Sestri Levante e Sporting Bellinzago, vittoriose tutte per 2-0 – rispettivamente – sul campo del Valle d’Aoste e tra le mura amiche contro Derthona e Sancolombano. Trio lombardo, invece, in testa al Girone B, dove Seregno (2-0 in trasferta contro l’Olginatese), Inveruno (4-1 interno al Caravaggio) e Castiglione (5-0 sul campo del Mazzano) ottengono il secondo successo in altrettante gare disputate. Nel Girone C sono addirittura quattro le squadre in testa a punteggio pieno, ovvero Padova (4-1 esterno al Montebelluna), Clodiense (2-1 sul campo dell’Union Ripa), Belluno (3-1 in casa del Tamai) ed Altovicentino (1-0 interno al Dro). Nel Girone D, in testa con 6 punti ci sono la Virtus Castelfranco (3-2 esterno al Porto Tolle) e l’Este (4-0 sul campo del Ribelle Castiglione), mentre nel Girone E il Gavorrano, compagine toscana, si gode il primato solitario a punteggio pieno dopo il successo in Umbria sul campo del Bastia (2-1). Anche nel Girone F si registra una sola squadra al comando, vale a dire la Maceratese, vittoriosa in casa per 2-1 contro il Fano, così come nel Girone G in cui l’Ostiamare – trascinata dal suo bomber Christian Massella, autore di una tripletta – stende con un secco 6-2 il malcapitato Anziolavinio e vola da sola in testa a punteggio pieno. Un duopugliese di grande storia e tradizione, formato dal Gallipoli (2-1 in casa nel derby contro il Brindisi) e dalla Fidelis Andria (2-0 interno al Francavilla in Sinni) guida l’equilibratissimo Girone H, mentre nel Girone I c’è solo in vetta l’Akragas: la formazione agrigentina, in corsa per il salto in Lega Pro fino agli ultimi giorni di questa calda estate dei ripescaggi, è intenzionata a fare il salto di categoria passando per la porta principale, ovvero quella del campo. Gli uomini di mister Betta – dopo il blitz di Agropoli di sette giorni fa – battono a domicilio i calabresi della Nuova Gioiese col minimo sforzo (1-0).

LE PIU’ BLASONATE – Oltre al Padova, due vittorie in due gare nel Girone C, tra le formazioni maggiormente accreditate al salto di categoria – vuoi per la rosa di giocatori a disposizione, vuoi per la tradizione e il fascino che le accompagna – si è messo in evidenza anche il Rimini (4-1 interno all’Imolese), mentre il Piacenza – anch’esso inserito nel Girone D – non si ripete dopo il successo in casa del Bellaria alla prima giornata ed impatta al “Garilli” per 1-1 contro i veneti dell’Abano. Ottiene il primo successo in campionato, invece, la nuova Robur Siena: i bianconeri, che avevano esordito con un pareggio ad occhiali in quel di Foligno, superano 3-1 al “Franchi” il San Giovanni Valdarno. Deludente, infine, l’inizio di campionato della Triestina che – nel Girone C – ha collezionato un solo punto in due gare, frutto dello 0-0 all’esordio sul campo del Mezzocorona e della debacle interna (1-3) contro la Sacilese.

Antonio Guarino 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *